Vecchi calzettoni nei cassetti, magari bucati che stanno lì a riempire lo spazio? Niente paura, ci pensa il riciclo creativo. Che si abbiano o no dei bambini in giro, tutti hanno nipotini o figli di amici, a cui fare un grazioso regalino personalizzato: dei pupazzi con forme di animali che si possono realizzare riutilizzando dei vecchi calzettoni, collant e altro materiale che può essere o meno di uso comune. Qui di seguito vengono date delle indicazioni di massima su come comportarsi, cioè come utilizzare il filo, come cucire le parti insieme in modo che il risultato non sia antiestetico, ma ogni forma scelta per un nuovo pupazzo potrà avvalersi della fantasia di chi lo crea. Un buon consiglio può essere trovare delle immagini di animali su libri di favole, oppure su Internet, per lasciarsi ispirare e non lasciare le fattezze al caso.

Anche se il riciclo creativo permette di riutilizzare degli oggetti, però, bisogna prestare attenzione a che i calzettoni che vengono usati per essere trasformati in pupazzi non siano davvero troppo vecchi e consumati, e quindi irrecuperabili. Se sono semplicemente slabbrati, oppure bucati in punta va bene, perché, come si vedrà, l’elastico e il piede vanno subito tagliati via.

020

Materiali occorrenti

  • Vecchi calzettoni
  • Vecchi collant
  • Ago
  • Filo di cotone di differente colore
  • Forbici
  • Bottoncini colorati

Procedimento

  • Tagliare i calzettoni in modo da utilizzare la parte della gamba, eliminando così elastico e piede.
  • Rivoltare la parte ottenuta e cucirla da un lato, in modo da chiuderla. È meglio infilare il filo doppio dentro la cruna, in modo da avere la forza di quattro fili insieme. Bisogna cucire fittamente, affinché non si formino occhielli nella stoffa.
  • Rivoltare ancora l’ex calzettone e riempirlo con i vecchi collant. Richiudere con ago e filo come sopra, badando di ripiegare gli orli all’interno del fagottino da ottenere.
  • Utilizzare la stoffa del piede del calzettone per creare braccia, gambe e orecchie del pupazzetto, secondo le proprie preferenze: scegliere un animale e seguirne le fattezze, ricordando che i serpenti non hanno zampe o che i ragni di zampe ne hanno otto. Si devono ritagliare piccoli pezzi di stoffa oblunghi, che vanno ancora una volta cuciti al contrario, rivoltati e attaccati con ago e filo al fagottino in modo da tener dentro gli orli.
  • Utilizzare i bottoncini per cucirli sul volto del pupazzetto per occhi e naso.
  • La bocca va ricamata come una linea con un filo di colore a contrasto, rispetto alla tinta dell’ex calzino.

18 febbraio 2014
Lascia un commento