Una passeggiata in riva al mare, oppure lungo un fiume o tra i sentieri di montagna nei pressi di un ruscello, può regalare tante sorprese. Come ad esempio scoprire sassi di forme e colori particolari, levigati dal tempo e dell’acqua, che possiedono contorni curiosi a dispetto del formato. Dedicare del tempo alla ricerca e alla scelta potrebbe diventare un passatempo interessante, in previsione di un utilizzo casalingo per trasformarli in elementi decorativi di riciclo creativo. Nonostante appaiano statici, i sassi sono in perenne e costante trasformazione. La loro superficie, e anche il colore, è in balia degli agenti atmosferici che, secondo dopo secondo, agiscono modificandone l’aspetto.

Spesso a incuriosire è proprio la forma che può ricordarci qualcosa, ad esempio un cuore oppure un animale, oltre al colore e alle sfumature assunte attraverso la luce. Molti gli artisti che amano dedicare tempo e creatività ai sassi e al riciclo creativo: il designer Bruno Munari ha dedicato loro anche un libro illustrato. Per questo cercare e trasformare un sasso in un elemento decorativo potrebbe diventare la valvola di sfogo per la felicità di ognuno. Il giusto piano di lavoro dove esprimere se stessi in modo facile, semplice e rigenerativo. Non è indispensabile essere pittori famosi o esperti di miniature, anche una collezione di sassi sfumati potrà rallegrare la casa.

Sassi: come si decorano

Dopo aver trovato i sassi su cui lavorare è bene pulirli da polvere e fango, magari immergendoli in un catino pieno d’acqua calda e un po’ di sapone. Oppure, per igienizzarli completamente, potrebbe risultare utile bollirli in acqua e quindi scolarli. Lasciate asciugare al sole oppure sopra un panno di stoffa. L’utilizzo primario è quello che contempla i sassi al naturale, senza interventi pittorici o di sorta. Ad esempio, con elementi di formato decrescente e spessore minimo è possibile creare piccoli totem decorativi, oppure torri da utilizzare come basi per candele. Oppure fissarli con la colla a presa rapida a coperchi di scatole di cartone o metallo, così da ottenere divertenti pomoli. Sfruttando invece la dimensione e i colori si possono creare piccoli quadretti decorativi, incollando i sassi a una base di cartone bianco utilizzando una colla resistente. Si può giocare con le fisionomie e le sfumature naturali delle pietre, ottenendo piccoli mosaici semplici, oppure fissandoli su carte per acquarello dipinte con velature leggere. O ancora creare piccole stradine o pedane in giardino, basi per la doccia in casa o rivestire le pareti con originali mosaici. Fissando i sassi sopra una base magari in gomma, si possono realizzare divertenti zerbini o sottopentola.

Se amate forare con il trapano, è possibile trasformare i sassi in oggetti di uso comune, ad esempio comode maniglie per cassetti e porte. Ma anche inciderli per creare piccoli decori interni come cuori, foglie, animaletti vari, fino a trapassare la superficie per inserire cordini, fili di metallo e nastri e ottenere originali monili. Ma anche sfruttando il formato ridotto dei sassi e ottenere gemme singolari per anelli e orecchini. Se la vostra passione è dipingere, disegnare o pitturare, sfruttate i sassi come piccole tavolozze. Si possono realizzare scritte o nomi, piccoli messaggi utilizzando pastelli o pennarelli indelebili di colore bianco, magari anche pittura acrilica della stessa tonalità. Oppure riprodurre l’effetto pizzo e macramè ricreando trame delicate, ma anche ispirandovi alle fisionomie del mare per disegnare trame simili a conchiglie, ricci, piccole meduse, coralli. Giocate con i colori sfruttando il contrasto dato dalla base, così da evidenziare il decoro.

I sassi si possono dipingere creando linee sottili, magari dorate o argentate, oppure strisce parallele multicolore, ma anche dipingere singolarmente con una tinta ottenendo una campitura piena e uniforme. Per far risaltare la tonalità, dipingete prima il sasso con una base di bianco, quindi ad asciugatura avvenuta completate con i colori prescelti. Fatevi ispirare da ciò che vi circonda sfruttando la forma del sasso per realizzare cuori, animaletti, coccinelle, foglie, pesciolini, cactus, fiori, piccoli gufi, fino alle trame elaborate di un pizzo o di un mosaico. Sfruttate il web per confrontarvi con idee, realizzazioni e ispirazioni sempre diverse. E per le amanti della maglia e del crochet, ma anche della carta e della colla, rivestite i sassi di grande formato con piccole trame delicate per ottenere originali centrotavola, simpatici fermacarte e fermaporta. Oppure elementi decorativi di carta velina dai colori tenui e delicati da porre accanto alla finestra.

30 ottobre 2014
Lascia un commento