Tempo di mare, montagna e scampagnate, ma anche di scoperte all’aria aperta e doni da parte della natura. Con una semplice passeggiata sarà facile recuperare legnetti secchi, rami caduti dagli alberi e frammenti levigati da sabbia e acqua di mare. Piccole preziose presenze in grado di ritrovare nuova vita nelle nostre case, abbandonando la staticità per una nuova collocazione. I legnetti sono articoli versatili e che ben si adattano alla lavorazione e al fai da te. Si possono tagliare, limare, sbiancare, incollare, dipingere e trasformare, il loro riciclo creativo non risulterà mai banale ma un simbolo della natura che ritrova vita sotto un’altra veste.

Progetti decorativi a costo quasi azzerato, materiali e oggetti che impreziosiscono l’arredo con un tocco naturale. Basta armarsi di pochi utensili, tanta fantasia e voglia di recuperare senza sprecare. Il riciclo creativo arriva in soccorso garantendo la possibilità di realizzare oggetti utili, di gradevole impatto e stilisticamente interessanti. Indispensabili per arredare la casa o da trasformare in doni unici, da regalare ad amici e persone speciali.

Legni piccoli tra decoro e utilità

Per utilizzare i rametti è importante pulirli dai detriti e dalla sporcizia, con l’aiuto di una spazzola, carta vetrata e un coltello da cucina. In questo modo risulterà più facile grattare via parti resinose ed escrescenze. L’idea più semplice è quella di utilizzarli come decoro per portacandele, fissando i rametti intorno al supporto con l’aiuto di una pistola per colla a caldo. L’altezza dei rametti dovrà risultare simile ma non uguale, il supporto potrà essere un barattolo di metallo oppure un bicchiere di vetro. Potrete rifinirli con un cordino esterno bianco da fissare con alcuni giri intorno al portacandele.

I rami si possono anche decorare e dipingere con colori catalizzanti, magari alterando il bianco con l’azzurro e l’ottanio e qualche fiore delicato. Oppure tonalità fluo appariscenti e molto evidenti, da comporre all’interno di un vaso di vetro per un singolare angolo decorativo abbinato a stampe e cartoline in tinta. Si possono realizzare rami anche dalle tonalità multicolor intervallando pois, strisce, forme geometriche per ottenere oggetti colorati da disporre come centrotavola con pigne, sassi e candele. I rametti possono diventare singolari chiuditenda, originali campane a vento, lega tovaglioli segnaposto, elementi decorativi per decorare cornici ma anche particolari tovagliette per la prima colazione. Fino a trasformarsi in piccoli elementi naturali da ridipingere con spray oro lucido o rame e diventare ciondoli particolari, parti di collane e bracciali naturali.

Legni e piccolo arredo

La fortuna di imbattersi in rami dal formato più corposo può garantire un effetto decorativo d’impatto, quindi un nuovo elemento alternativo per rimodernare l’arredo di casa. Con una serie di rami di media altezza di può realizzare un angolo décor magari rivestendoli con tubolari di maglia o uncinetto multicolor, oppure dipingendoli di bianco e trasformandoli in un mini spazio green in total white per il prossimo Natale, da addobbare con luci e palline in tinta. Oppure semplicemente elementi decorativi come quinte originali in una camera da letto dai toni naturali e dai colori puliti. Con i rami si possono ottenere appendiabiti singolari fissandoli a una base di legno, quindi porta gioielli e porta abiti. Un ramo da far pendere con due corde dal soffitto, o dalla parete, può trasformarsi in una zona abbigliamento dove posizionare le grucce. Ma anche un comodo porta utensili da cucina da far penzolare sopra il piano di lavoro, dove legare dei cordini con ganci per fissare l’attrezzatura necessaria per pietanze e piatti gustosi.

9 agosto 2015
Lascia un commento