Alcuni dei principali Gruppi automotive come Bmw, Honda, Peugeot, Toyota e Volkswagen operano già in partnership con SNAM nei procedimenti di riciclo delle batterie che equipaggiano gli autoveicoli elettrici e ibridi. In queste ore PSA – Peugeot Citroen ha siglato insieme a SNAM – “Société Nouvelle d’Affinage des Métaux”, azienda del Gruppo Floridienne specializzata nel trattamento di accumulatori, un accordo finalizzato al riciclo batterie.

Le linee guida del programma sono state annunciate attraverso un comunicato congiunto che punta i riflettori sull’impegno, da parte di PSA, relativo alla questione dell’impatto sull’ambiente per i veicoli a fine vita. Il compito di SNAM sarà incentrato sulla raccolta e sul riciclo delle batterie ad elevata tensione per i modelli Peugeot e Citroen attraverso le officine, i centri di assistenza e le concessionarie del Gruppo presenti in Europa.

PSA e SNAM confidano che attraverso la rigenerazione di materie prime e altri materiali i benefici non riguarderanno soltanto l’ambiente, ma anche l’indotto: la capacità tecnologica di riciclo per SNAM è fino all’80% delle attuali batterie per veicoli elettrici e ibridi, il che supera di gran lunga il 50% minimo previsto dalla legislazione europea.

Nel frattempo una nuova vettura completamente elettrica si affaccia sul panorama dei veicoli a zero emissioni. Si tratta di Citroen E – Mehari, che il marchio del Double Chevron presenta in anteprima in queste ore al pubblico presso la sede PSA di Parigi (Avenue de la Grande Armée) nell’ambito dell’”Eco driving Center”, evento inserito tra quelli in programma alla COP21.

La nuova Citroen E – Mehari deve la propria origine progettuale alla “Qstorica” Méhari che venne prodotta fra il 1968 e il 1980: una “spiaggina” dal corpo vettura realizzato in materiale termoforato (carrozzeria in materie plastiche), rivestimenti in “Tep impermeabile” e, sotto il cofano, una unità completamente elettrica da 68 CV, frutto di un progetto del Gruppo francese Bolloré, che possiede un elevato expertise nella mobilità a zero emissioni.

Il motore elettrico di Citroen E – Mehari viene alimentato da una batteria a tecnologia LMP (Lythium Metal Polymer) da 30 kW, la cui ricarica completa, anticipano i tecnici PSA, richiede 8 ore attraverso specifiche “prese” a 16Ah dei sistemi compatibili (postazioni domestiche o pubbliche quali Autolib, il servizio di car sharing condiviso “by Bolloré” presente a Parigi e in procinto di debuttare anche a Torino) o 13 ore mediante le comuni prese domestiche.

9 dicembre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento