La Festa della Donna è una festività che, da un punto di vista gastronomico, inaugura la primavera, i colori e i sapori freschi in tavola, con delle ricette particolari. Sebbene il significato originario dell’8 marzo sia, infatti, legato a un evento negativo che ha visto la morte di 129 donne, con il passare degli anni questa festa ha assunto una connotazione sempre più commerciale e consumista, legata al simbolo floreale della mimosa e a tutto ciò che, in cucina, può assomigliargli.

Se, perciò, avete in mente di realizzare un menu fra amiche o con il vostro partner per festeggiare insieme la Festa della Donna potrebbe esservi utile qualche suggerimento legato alla preparazione di ricette in cui a dominare sia il colore giallo intenso dei fiori di mimosa.

Innanzitutto, potreste pensare a come apparecchiare la tavola per renderla fresca e vivace, scegliendo magari piatti, bicchieri e posate colorate. I fiori sono, in generale, i protagonisti di questa festa primaverile e, perciò, non devono mancare sulla tavola dedicata alle donne. Scegliete fiori campestri delicati e dai colori pastello e posizionateli al centro della tavola per dare un tocco inconfondibile.

In cucina, cominciate dall’aperitivo. Un cocktail è quello che ci vuole per inaugurare il pranzo o la cena a tema e, di certo, non può mancare il Mimosa cocktail, chiamato anche Buck’s Fizz, realizzato con un semplice mix di succo d’arancia e champagne. Mischiate i due liquidi nella proporzione di un terzo per il succo d’arancia e due terzi per lo champagne, serviteli in eleganti flute e decorateli con scorzette di arancia e foglioline di menta. L’antipasto lascia molto spazio alla fantasia, soprattutto se viene realizzato con crostini di pane da farcire come più si preferisce. Scegliete il mais in scatola o i tuorli di uovo sodo sbriciolati per rendere l’idea dei fiori di mimosa.

I primi piatti, allo stesso modo, possono essere realizzati ricordando sempre di riproporre il verde dei rami della mimosa e il giallo delle palline. Potete optare, perciò, per la pasta fresca verde o gli asparagi da condire con salse bianche e decorare con polpettine allo zafferano o piccole palline di polenta gialla o semolino. Se non preferite la pasta potete anche preparare delle gustose vellutate di gamberi, zucchine o ceci a patto che abbiano un colore delicato e femminile.

Con i secondi piatti potete scegliere di realizzare delle verdure saltate in padella e colorate da una frittata sbriciolata o cucinare piatti più tradizionali di carne e di pesce accompagnandoli, se possibile, con gli asparagi o i carciofi che sono verdure di stagione. Ecco, infine, il momento del dolce: immancabile è la ricetta della torta mimosa, famosa in tutto il mondo per la sua superficie di pan di spagna sbriciolato che ricorda in tutto e per tutto una mimosa vera a propria. La torta mimosa viene farcita con una crema chantilly arricchita da ananas, pesche o fragoline di bosco e decorata con piccoli fiorellini sulla sua superficie. Potete realizzare, in alternativa, dei simpatici cupcakes con la stessa tecnica utilizzata per la torta mimosa.

27 marzo 2013
Lascia un commento