I dolci estivi a base di frutta sono per loro natura colorati e il più possibile freschi: si tratta, in genere, di preparazioni fredde oppure da servire dopo averle riposte qualche ora in frigo o freezer.
In linea generale, è preferibile che siano leggeri, perché nelle giornate più calde la digestione veloce favorisce il benessere e il metabolismo.

Una delle preparazioni più apprezzate è senz’altro la crostata con la frutta, che in tutti i mesi estivi è preferibile realizzare senza burro e con la crema base senza uova, per favorire il tempo di conservazione. Questo dolce estivo è ottimo per la colazione: una buona fonte di energia, di sali minerali e fibre forniti dalla frutta mista. Un altro dolce di semplice realizzazione, e molto apprezzato in estate, è il semifreddo, magari allo yogurt e con panna vegetale: fresco e accompagnato con un bicchiere di limonata al naturale è una buona merenda.

Vediamo come realizzare la crostata di frutta e il semifreddo allo yogurt.

Crostata senza burro con pesche, albicocche e lamponi

Ingredienti per un dolce da 12 porzioni:

  • 200 g di farina di farro;
  • 70 g di olio di mais;
  • 200 g di pesche a pasta bianca;
  • 200 g di albicocche;
  • 100 g di lamponi freschi;
  • 120 g di zucchero di canna;
  • 2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata;
  • 1 uovo;
  • 300 ml di latte di soia;
  • 15 g di farina;
  • gelatina per dolci a base di agar agar.

=> Scopri come creare la crema pasticcera senza uova


Preparate la pasta per la crostata lavorando l’uovo con l’olio e la farina. Unire 80 g di zucchero di canna e 1 cucchiaino di scorza di limone appena grattugiata. Mescolate bene e amalgamate fino a ottenere la classica palla di pasta, quindi stendetela in una teglia antiaderente, bucherellate la superficie con la forchetta e cuocete in forno caldo a 180°C per 40 minuti circa. Sfornate e fate raffreddare su una gratella.

Nel frattempo, preparate la crema pasticcera senza uova: raccogliete in un tegamino antiaderente lo zucchero rimasto e la farina, quindi il rimanente cucchiaino di scorza grattugiata di limone. Amalgamate adeguatamente quindi aggiungete, poco alla volta, il latte di soia tiepido, facendo attenzione a evitare la formazione di grumi. Portate sul fuoco e, continuando a mescolare, fate cuocere finché la crema sarà addensata. Impiegate la crema fredda raffreddata a temperatura ambiente per farcire la superficie della crostata. Quindi disponetevi la frutta e infine coprite con la gelatina vegetale. Fate raffreddare in frigo prima di servire.

La base di pasta potrebbe essere realizzata anche senza uovo, magari sostituendolo con una banana schiacciata o una mela grattugiata, per ottenere un dolce adatto a chi segue lo stile alimentare vegano.

Semifreddo allo yogurt con frutti di bosco

Ingredienti per 500 g di semifreddo, circa 10 porzioni:

  • 250 g di yogurt al naturale;
  • 40 g di zucchero a velo;
  • 125 g di panna vegetale;
  • 200 g di frutti di bosco freschi misti;
  • il succo appena spremuto di un limone.

=> Scopri le proprietà dello yogurt greco


Lavate i frutti di bosco quindi raccoglieteli in una ciotola e mescolate con lo zucchero e il succo di limone. Amalgamate gli ingredienti, poi unite la panna vegetale montata e, poco alla volta, lo yogurt. Raccogliete il composto ottenuto in uno stampo adatto in silicone o ricoperto con la carta da forno e riponete in freezer per almeno 5 ore. Riprendete il semifreddo quindi dividete in porzioni e servite.

Realizzare un semifreddo con panna vegetale e yogurt e limitando la quantità di zucchero si ottiene un preparato adatto ad essere consumato a merenda, anche dai bambini. La merenda o lo spuntino pomeridiano devono servire a mantenere sotto controllo l’appetito prima della cena della sera: talvolta, saltarlo significa arrivare troppo affamati e rischiare una indesiderabile abbuffata, poco utile sia dal punto di vista calorico che per il riposo notturno. Una merenda troppo abbondante, al contrario, toglie appetito all’ora di cena e aumenta il rischio di aprire il frigo per uno spuntino fuori pasto prima di coricarsi.

25 agosto 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento