Lo zenzero, conosciuto anche come Zingiber officinale e ginger in Inghilterra, è una tra le spezie più antiche ancora attualmente in commercio. Proveniente dalle terre dell’Oriente attualmente è coltivato in tutto il mondo, in particolare in Asia tropicale, in Cina e India. Ma grazie alla sua diffusione millenaria, in Europa solo dal Medioevo, è sicuramente la spezia più famosa e diffusa per le ricette di tutto il mondo. La qualità più pregiata è quella dello zenzero giamaicano.

La pianta rientra nella famiglia delle orchidee e cresce sui pendii ombreggiati. Possiede foglie strette e appuntite e fiori simili all’iris dal colore giallo-porpora. Il frutto che ne deriva ricorda il sesamo, con capsule divise da setti in tre logge contenenti molti semi. La spezia è frutto della radice, o rizoma, il quale possiede un colore che varia dal bianco al cuoio. Compatta e dalla polpa morbida solitamente viene essiccata, assumendo un gusto leggermente più incisivo e piccante. Lo si può utilizzare in cucina sia macinato, fresco a scaglie o grattugiato.

La radice contiene un quantitativo di olio essenziale in percentuale maggiore di zingiberene, gingeroli e shogaoli, resine e mucillagini. Utilizzato sia per aromatizzare cibi ma anche bevande e tisane, possiede proprietà curative. Aiuta la digestione, stimola la circolazione periferica, è un valido antinfiammatorio e antiossidante. Possiede proprietà particolari utili a contrastare la nausea e il vomito. Viene impiegato anche in medicina nei confronti di infiammazioni delle vie respiratorie e raffreddore, diarrea, artrite, colesterolo alto e nel trattamento delle cardiopatie.

>> Leggi le ricette con il cumino

Zenzero e curiosità

L’estrema diffusione di questa radice ha fatto si che diventasse parte integrante della cucina di mezzo mondo. Come anticipato, grazie all’origine millenaria, si hanno sue notizie sin dalla notte dei tempi. Così gustosa e famosa da ottenere un posto fisso sulla tavola nel I secolo d.C. come condimento. Invece è oggi largamente utilizzata dai popoli nordici, come base per torte e biscotti natalizi, il famoso pan di zenzero rinomato in tutto il mondo.

>> Vai alle ricette con la curcuma

La creazione del biscotto a forma di omino ha preso piede anche qui da noi. La ricetta prevede un impasto a base di cannella, chiodi di garofano, noce moscata e molto zenzero. La sua origine rimanda alla corte inglese della regina Elisabetta I, le cui fattezze erano scherzosamente replicate dal biscotto. Ma anche alla città di Norimberga, centro della produzione del biscotto per tutto il XVI secolo. Il pan di zenzero trova posto nella fiaba di Hansel e Gretel dei fratelli Grimm, e nella filastrocca natalizia americane del St. Nicholas Magazine che narra le avventure di un omino di pan di zenzero in fuga da affamati avventori. Da allora è il simbolo natalizio per eccellenza in tutto il mondo.

Nella medicina araba lo zenzero è considerato al pari di un afrodisiaco, mentre alcuni popoli dell’Africa lo assumono regolarmente convinti preservi dalle punture delle zanzare. Già gli antichi aztechi e i cinesi lo utilizzavano per favorire il piacere sessuale, per risvegliare il desiderio femminile e rinforzare la virilità maschile. Un tempo esisteva una birra allo zenzero, dal sapore molto pungente e frizzante. Ma la sua presenza è così diffusa, e così pregiata la sua nomea, che lo si considerava un rimedio efficace per combattere la peste e per calmare i più acuti attacchi isterici.

>>Scopri le ricette con il curry

Ricette con lo zenzero

Lo zenzero trova spazio in tutte le maggiori ricette della cucina internazionale, specialmente quella orientale e asiatica. Ma negli anni ha preso piede anche in Italia in combinazione con antipasti, primi, secondi e contorni gustosi. Senza dimenticare le sezione dolci, di matrice nordica. Un piatto molto saporito per le fredde serate invernali è la zuppa di zucca, con riso nero e zenzero, per prepararla procuratevi:

  • 750 gr di zucca;
  • 200 gr di patate;
  • 1 zucchina;
  • 1/2 cipolla;
  • 500 ml di brodo vegetale;
  • sale, pepe;
  • olio;
  • prezzemolo;
  • mezza radice di zenzero;
  • 4 pugni di riso nero.

Pulite la zucca e le patate, quindi tagliatele a cubetti e versatele in una pentola capiente dove avrete imbiondito la cipolla tagliata a fette. Aggiungete il brodo vegetale (o l’acqua) e una presa di sale, quindi cuocete a fiamma bassa. Aggiungete la zucchina tagliata a cubetti e proseguite per altri 10 minuti, aggiustando di brodo se necessario. Aggiungete lo zenzero grattugiato o, se fresco, tagliato a fette e lasciate cuocere per altri 5 minuti quindi frullate il tutto. A parte preparate il riso nero, scolatelo e unitelo alla vellutata. Aggiustate di sale, versate una manciata di prezzemolo tritato, un filo d’olio e una spolverata di pepe. A piacere servite molto caldo con l’aggiunta di crostini di pane.

Lo zenzero lo si può aggiungere al soffritto per un sapore più deciso, oppure a salse e sughi di matrice orientale. è ideale come bevanda estiva perché molto dissetante, oppure come decotto contro il mal di gola. Basta farlo bollire in acqua per 20 minuti, magari con cannella e chiodi di garofano, quindi filtrarlo. è il tocco in più per marmellate e torte, ma è il digestivo perfetto per il sushi.

Un modo interessante per impiegare questa gustosa radice è quello di realizzare un carpaccio sfizioso. Per realizzarlo procuratevi:

  • un ananas intero;
  • 3 cucchiai di semi di melagrana;
  • gr. 60 di zucchero;
  • un mazzetto di coriandolo fresco;
  • 3 fettine di zenzero fresco;
  • 4 grani di pepe nero;
  • un rametto di menta fresca.

Pulite e affettate finemente l’ananas, quindi preparate uno sciroppo portando a ebollizione l’acqua con lo zucchero, lo zenzero e i grani di pepe. A fiamma spenta aggiungete metà porzione di coriandolo fresco. Lasciate in infusione 15 minuti, filtrate e completate con il resto del coriandolo. Distribuite le fette d’ananas su un piatto di portata, quindi versatevi lo sciroppo e guarnite con le foglie di menta e i chicchi di melagrana.

Per ultima una ricetta immancabile, il plum-cacke allo zenzero per il quale dovrete procurarvi:

  • 100gr di burro vegetale;
  • 100gr di zucchero di canna;
  • un uovo;
  • 250gr di miele;
  • 250gr di farina 00;
  • un cucchiaino e mezzo di lievito in polvere;
  • un cucchiaino di cannella in polvere;
  • un cucchiaino abbondante di zenzero in polvere;
  • mezzo cucchiaino di chiodi di garofano macinati;
  • sale q.b;
  • un bicchiere scarso di acqua calda;
  • cioccolato in polvere a piacere.

In una ciotola capiente sbattete con la frusta il burro ammorbidito con lo zucchero e l’uovo. Aggiungete gradualmente il miele, la farina miscelata in precedenza con il lievito in polvere, le spezie, il sale e l’acqua calda. Amalgamate il tutto fino a ottenere un impasto uniforme. Ungete lo stampo per il plum-cake quindi versatevi l’impasto e infornate per circa un’ora a 180°. Osservate il tempo di cottura perché non bruci, ma rimanga morbido e soffice. Sformatelo e lasciate raffreddare.

19 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Clara, domenica 23 marzo 2014 alle13:23 ha scritto: rispondi »

Mi sono informata sulle qualità dello Zenzero, l'ho comprato e vorrei usarlo in qualche ricetta che cucinerò,mi piacerã per tutte le qualità che offre.A presto Clara.

Lascia un commento