Ricette con il cumino

Il cumino è una pianta erbacea di antica genesi siriana, esportata in tutto il mondo sin dai tempi antichi. Cresce annualmente e possiede una struttura sottile ma ramificata, simile a un alberello. Dai fiori piccoli, bianchi o rosa, si ottiene il frutto cioè un achenio laterale di forma ovale affusolata lungo di 4-5 mm e contenente un singolo seme. Questo ultimo ricorda la struttura dei semi di finocchio e dell’anice. Il cumino possiede un sapore amaro e un odore forte e dolciastro dovuto all’alta percentuali di oli contenuti. è molto utilizzato nelle ricette della cucina indiana, nordafricana, messicana e spagnola.

Grazie alle sue proprietà viene spesso aggiunto nel latte caldo, come rimedio contro il raffreddore. In alcuni paesi è spesso utilizzato per contrastare i dolori di stomaco. Infatti non è raro il suo impiego in erboristeria, proprio per le sue capacità stimolanti, sgonfianti, lenitive nei confronti dei problemi intestinali e le infezioni. Inoltre contiene una buona percentuale di ferro, è un ottimo digestivo e un valido antiossidante. Diversi studi hanno confermato le sue capacità contro i radicali liberi e ottime proprietà anti-tumorali.

In cucina, grazie al suo sapore intenso, può essere una base invitante per le ricette di salse e sughi. Oppure parte integrante della miscela per il curry. Solitamente il seme viene tostato, per aumentare l’intensità del gusto. Può essere aggiunto a verdure crude e stufate, carne tritata, salsiccia, nella cucina messicana trova spazio nel chili, nei tacos e nel guacamole. Mentre può diventare una spezia interessante se aggiunto per insaporire il formaggio, il pane rustico e la carne arrostita.

Il cumino nella storia

Vista la sua origine antica al cumino sono legate storie che hanno attraversato il tempo. Grazie anche al suo impiego come medicinale, la spezia dal sapore intenso è costellata di leggende e narrazioni. Per esempio era molto amato nell’antica Roma, dove veniva spesso impiegato come condimento o tramutato in pasta spalmabile. In Grecia era utilizzato con molta frequenza, tanto da ricevere un posto d’onore sulla tavola all’interno di un apposito contenitore.

>> Vai alla guida vegetariana

Nel Medioevo si pensava che il cumino potesse trattenere gli animali dalla fuga, come ad esempio le galline. Oppure potesse impedire agli amanti di scappare dai propri sentimenti. Mentre era uso comune credere che una manciata di semi di cumino potessero portare fortuna a una novella coppia di sposi, specialmente se conservati accanto al corpo durante la cerimonia. Infine l’unione di miele e cumino era molto in voga per contrastare le amnesie, oppure come forte afrodisiaco di origine araba.

Ricette con il cumino: ingredienti e preparazione

Tra le ricette più invitanti di sicuro possiamo annoverare il guacamole, di origine messicana. La sua genesi risale agli Atzechi, ma la sua ricetta si è ampliata con il tempo arricchendosi di molti ingredienti. è una salsa famosa in tutto il mondo, sia come accompagnamento per tostadas e tacos, ma anche come antipasto con tortilla o pane. La salsa perfetta prevede l’utilizzo di avocado ben maturi, non troppo morbidi ne troppo duri.

Guacamole, ingredienti

  • 2 avocado
  • 1 peperoncino verde fresco piccante
  • 2 pomodori maturi e sodi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1cipolla piccola
  • 3 cucchiai di olio d’oliva
  • mezzo cucchiaino di cumino in polvere
  • succo e scorza grattugiata di 1 lime
  • pepe abbondante macinato al momento e sale q.b.

Tagliate a metà i due avocado quindi eliminate il nocciolo, spellateli e tagliate la polpa a cubetti piccoli. Separatela a metà in due ciotole, riducete in poltiglia la prima parte, quindi tritate la cipolla e l’aglio e aggiungeteli al composto. Spellate i pomodori e tagliateli a dadini, quindi il peperoncino a pezzettini piccoli e unite il tutto alla crema. Dopo aver lavato il lime grattugiate la scorza e spremete il succo, aggiungete il tutto al composto, con il cumino, il sale e una spolverata abbondante di pepe macinato sul momento. Amalgamate, unite l’olio d’oliva e ricongiungete con l’avocado tagliato a dadini. Mescolate, coprite e lasciate riposare per 30 minuti, servite a piacere con coriandolo fresco e spicchi di lime ricoperti di sale.

>> Leggi le ricette del pane fatto in casa

Un’alternativa interessante è il pane al profumo speziato, magari fatto in casa seguendo la ricetta da noi proposta. Preparate il pane fresco con la farina di frumento e integrale, seguendo i tempi di lievitazione e di cottura indicati. è una ricetta dal sapore forte e gustosa, ottima per favorire la digestione.

Pane con cumino, ingredienti

  • 200 g farina di frumento
  • 150 g farina integrale
  • 3 cucchiai di cumino
  • 10 g lievito di birra
  • 100 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini sale.

In una ciotola capiente mescolate le due farine e il lievito, precedentemente sciolto in acqua. Lavorate quindi il tutto creando un impasto, proseguite sopra un piano infarinato. Quando sarà liscio ed elastico aggiungete il sale e il cumino, e riponete nuovamente nella ciotola coperta con un canovaccio. Lasciate lievitare per un’ora in un posto tiepido. Lavorate ancora il tutto, separate in due parti uguali creando due pagnotte rotonde, quindi lasciate riposare ancora un’ora. Inseritele in forno preriscaldato a 150°, sopra uno strato di carta da forno. Spennellate le due pagnotte con poca acqua, cospargete la superficie con il cumino e inserite alla base del forno una teglia d’acqua. Lasciate cuocere per 30 minuti a 220°, quindi abbassate la temperatura a 200° e cuocete per altri 10 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e servite affettato.

L’impiego del cumino è molto vasto, si può utilizzare per insaporire le uova a è ottimo per zuppe e vellutate. Ideale per condire zucchine grigliate e melanzane al forno, può diventare essenziale nella creazione dell’hummus di ceci.

11 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento