La mozzarella in carrozza è un piatto ricco e gustoso che vanta origini campane molto antiche. Nasce come antipasto, tuttavia gli ingredienti, il valore energetico e l’apporto calorico consentono di considerarlo un ottimo secondo, o meglio, un piatto unico per il suo apporto di proteine e carboidrati.

=> Scopri le calorie della mozzarella


Questa pietanza, non certo ipocalorica, è caratteristica dello street food all’italiana ed è molto apprezzata per la genuinità degli ingredienti e la sua particolare consistenza: nella versione tradizionale fritta, oppure nella variante che prevede la cottura la forno, decisamente più leggera, la mozzarella in carrozza deve essere consumata calda e “filante”, proprio per apprezzare tutte le qualità del formaggio fuso, la croccantezza e la doratura del pane.

Ingredienti

Gli ingredienti base della mozzarella in carrozza sono semplici e a basso costo. Vediamoli nel dettaglio:

  • pancarré (o pane casereccio tagliato a fette);
  • mozzarella (fiordilatte o di bufala);
  • uova intere (almeno 3 per preparare 4 porzioni di mozzarella in carrozza);
  • pangrattato;
  • sale;
  • olio di semi di arachidi per la frittura.

Procedimento

Il primo passaggio consiste nel tagliare a fette la mozzarella, avendo cura di adagiare le fette su un foglio di carta assorbente, per far scolare il liquido in eccesso.

Le fette di pancarré o di pane casereccio dovrebbero essere private della crosta, tagliata finemente in modo da lasciare i bordi netti e regolari.

=> Scopri le ricette per i sandwich

A questo punto, le fette di mozzarella devono essere posate su una fetta di pane e coperte con una seconda fetta, in modo da formare un classico sandwich. Per compattare la sua farcia, è preferibile pressarlo leggermente soprattutto sui lati.

Per l’impanatura, è necessario sbattere le uova unendo un pizzico di sale, usando un piatto abbastanza fondo da poter contenere ciascun sandwich: dopo averlo immerso e imbevuto completamente – anche sui lati – deve essere passato su un letto di pangrattato, per prepararlo alla frittura in olio caldo.

Per assicurarsi che la mozzarella, sciogliendosi, non fuoriesca lateralmente durante la frittura, è preferibile ripetere l’impanatura due volte solo sui bordi, ripassandoli quindi sia nell’uovo sia nel pangratttato.

Il piatto, come accennato, è ottimo servito caldo.

Cottura al forno

Per rendere la pietanza più leggera e digeribile, è possibile sostituire la frittura con la cottura al forno: le fette di pane e mozzarella impanate possono essere sistemate su una teglia ricoperta di carta da forno (preriscaldato a 200 gradi) e cotte per circa 15 minuti, o fino a ottenere il grado di doratura preferito.

Idee e suggerimenti

Una variante laziale della mozzarella in carrozza accontenta gli amanti del salato e i gusti più decisi: sopra le fette di mozzarella si possono adagiare filetti d’acciuga sottolio.

=> Scopri i benefici della mozzarella di bufala


La mozzarella in carrozza è altrettanto gustosa se preparata con pane integrale, di farina di kamut, di farro e a base di cereali.

Per dare un tocco creativo al piatto ci vengono incontro i pratici coppapasta – ne esistono di varie tipologie e dimensioni – utilizzabili all’inizio della preparazione per tagliare le fette di pane nelle forme più originali. La mozzarella in carrozza si accompagna perfettamente con una ricca insalata di verdure di stagione.

Variante vegana

Per non rinunciare a questo gustoso piatto, chi soffre di intolleranze alimentari può usare come ingrediente la mozzarella senza lattosio. Gli appassionati di cucina vegana, inoltre, possono soddisfare il loro palato grazie alla mozzarella vegana: è possibile farla in casa a base di pochi e semplici ingredienti, come fecola di patate, latte e panna di soia, yogurt di soia, margarina vegetale e lievito.

9 febbraio 2017
Lascia un commento