La torta pasqualina è una delizia tipicamente ligure, ottenuta dalla farcitura di sfoglie sottilissime di pasta preparata con farina, acqua e olio EVO. Un tempo il ripieno era realizzato solo con le bietole, perché più economiche e perché la torta era tipica della cucina povera delle feste. Ora la ricetta è molto più ricca, varia e comprende anche le uova sode. è una pietanza tipica del periodo pasquale, indicata principalmente per le scampagnate di pasquetta, e con la sua abbondanza di farcitura ricorda l’importanza della festa.

>> Leggi la ricetta dell’agnello di pasta di mandorle vegan

La bravura della cuoca era legata al numero di sfoglie sovrapposte, che potevano arrivare fino a 33 come l’età di Cristo. Negli anni ha subito reinterpretazioni varie, a seconda dei gusti e delle zone. Ma conserva il suo legame con la giornata di Pasqua, come segno di gioia e abbondanza. Per prepararla in casa basterà recuperare alcuni ingredienti di base; la cottura, la ricetta e la preparazione saranno facili e veloci.

Ingredienti della Torta Pasqualina

  • 350 gr di bieta;
  • 150 gr di ricotta;
  • 50 gr di parmigiano;
  • 20 gr di pecorino;
  • 2 confezioni di pasta sfoglia;
  • 5 uova;
  • mezza cipolla;
  • sale e pepe q.b;
  • maggiorana;
  • noce moscata.

Torta Pasqualina: rocedimento per la preparazione

Per preparare la torta pasqualina lessate prima le biete, scolatele e strizzatele. Tritatele e versate in una ciotola con la ricotta, un uovo, il parmigiano, la cipolla precedentemente ammorbidita, il pecorino, la maggiorana, un pizzico di noce moscata e sale e pepe q.b. Amalgamate perfettamente il tutto, magari frullandolo, così da ottenere un insieme omogeneo. A questo punto foderate una teglia circolare di 20 cm con la carta da forno e la pasta sfoglia, quindi versate il composto.

>> Leggi come preparare un menu vegetariano per Pasqua

Spinate il tutto con una paletta da cucina e, con un cucchiaio, create quattro piccole zone concave equidistanti. Aprite le uova e versatele singolarmente nei quattro fori, ricoprite con la seconda sfoglia quindi rigirate i bordi della prima verso l’interno per sigillare. A piacere create un decoro, incidendo un pezzo di sfoglia precedentemente salvato dalla foderatura, utilizzando stampini e coltello. Spennellate la superficie con un uovo sbattuto, forate con la forchetta così da impedire che si rompa durante la cottura.

>> Leggi i consigli per preparare ricette vegan per Pasqua

Infornate per 50 minuti a 200°, durante i quali le uova diventeranno sode e la torta cuocerà diventando croccante. Se non amate le biete potete sostituirle con gli spinaci, oppure le erbette, gli asparagi e la barba di frate. Se invece non utilizzate le uova e il formaggio, e preferite una cucina vegan, impiegate il tofu magari affumicato e il tamari al posto del sale. Impreziosite il gusto con i semi di girasole, un pizzico di peperoncino, wurstel vegetali e panna di soia.

1 aprile 2013
Lascia un commento