Con la crisi che avanza ci si ritrova a tagliare costi e spese superflue, ma al contempo a cercare soluzioni alternative. Tra queste non può mancare la produzione casalinga di cibi per cani e gatti. Non solo è una risposta positiva contro gli sprechi, ma così si può monitorare l’alimentazione, gli ingredienti, la provenienza ed azzerare gli sprechi.

Il vantaggio di un pasto fatto in casa è la garanzia di un prodotto sano, senza additivi e sostanze chimiche. Oltre che una spinta a creare cibi per un’alimentazione alternativa alle scatolette della grande distribuzione. Nonostante il gatto sia un animale un po’ restio alle novità, non potrà resistere ad un paté fatto con le vostre mani.

>>Scopri le pappe fatte in casa per il gatto

Per preparare una dozzina di porzioni da conservare in barattoli di vetro, procuratevi:

  • 400/500 g di pollo o tacchino (o un mix di carne o pesce)
  • 3 pugni di riso
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 1 cucchiaio di olio
  • sale q.b.
  • manciata di semi di girasole

>>Scopri i cibi vietati per il gatto

Pulite e preparate le verdure, che andrete a bollire in una pentola con acqua, quindi aggiungete la carne senza ossa e lasciate cuocere per 30 minuti al massimo. Aggiungete il riso e continuate, mescolando, per altri 10 minuti. A cottura ultimata lasciate raffreddare, frullate il tutto, completate con una presa di sale e un filo d’olio. Versate il paté nei barattolini di vetro e chiudeteli ermeticamente.

Sistemateli all’interno di una seconda pentola piena d’acqua, ricoprendoli completamente. Portate ad ebollizione e lasciate in posa per 15 minuti, quindi spegnete il fuoco. Dopo averli lasciati raffreddare estraeteli, asciugateli e riponete tutto in frigorifero o in dispensa. È una soluzione utile per il vostro gatto, da alternare al cibo secco, che troverà invitante e golosa.

31 gennaio 2013
Lascia un commento