Negli ultimi tempi sono nati i più svariati modi per ricaricare dispositivi portatili anche in assenza di un accesso alla rete elettrica, grazie all’energia solare, all’eolico oppure alla forza cinetica. Fra i tanti, però, spicca un progetto singolare che permetterà di aver sempre carica grazie all’acqua. È il proposito di MyFC di PowerTrekk, un alimentatore a celle di carburante.

>>Scopri la ricarica del cellulare a batteri

Senza entrare in complicati tecnicismi, MyFC PowerTrekk non è altro che un generatore passivo di energia a idrogeno. Al suo interno, delle cartucce per completare il processo e una membrana protonica: basta aggiungere dell’acqua al contenitore e la creazione di energia ha inizio. Non vi sono, poi, conseguenze dannose per l’ambiente: l’unico prodotto di scarto del processo è del vapore:

Nel cuore di MyFC PowerTrekk vi è la tecnologia proprietaria FuelCellSticker. Fatti di lamine e adesivi, questi FuelCellStickers formano un assemblato flessibile di 2.75 millimetri di spessore. Siccome l’idrogeno può essere fornito da diverse fonti alternative, il sistema è chiamato “flexifuel”. […]

Il sistema interno di PowerTreek è completamente passivo. Senza ventole o pompe, le celle convertono l’idrogeno in elettricità grazie alla membrana di scambio protoni. Il processo chimico è sicuro, controllabile ed-eco friendly, l’unico prodotto è del vapore acqueo. Per operare, l’idrogeno deve essere inserito nella cella e la cella deve essere esposta all’aria aperta.

>>Scopri lo smartphone fotovoltaico

Questa la descrizione del produttore, riportata anche in un video illustrativo. Un simile dispositivo, pensato principalmente per terminali di piccola portata come smartphone, macchine fotografiche, lettori MP3, si rivelerà davvero utile per le escursioni all’aperto o in altre situazioni in cui un allaccio alla rete elettrica non è disponibile.

La società produttrice garantisce una percentuale di ricarica del 25-100% per ogni singolo ciclo, a seconda della grandezza della batteria. MyFC PowerTreek, infine, verrà reso disponibile al grande pubblico nell’ultimo quarto fiscale del 2013, sebbene il prezzo non sia propriamente alla portata di tutti: si parla infatti di circa 229 dollari a unità.

3 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento