Le attese tra un volo e l’altro, si sa, a volte possono diventare interminabili e soprattutto chi viaggia spesso cerca sempre nuovi modi per ingannare l’attesa. Ebbene, all’aeroporto di Amsterdam si potrà passare il tempo pedalando, un modo salutare per aspettare il proprio volo, e certamente più economico dello shopping nei tanti negozi dello scalo. Ma la particolarità delle cyclette installate all’aeroporto di Schiphol è che permettono anche di ricaricare il cellulare, grazie all’energia della pedalata.

I viaggiatori possono ricaricare i loro dispositivi elettronici stando comodamente seduti alla loro postazione e pedalando mentre continuano a navigare su Internet, leggere o bere un caffè. Per ricaricare un comune cellulare, sono sufficienti 30 minuti di pedalata. L’idea delle cyclette per ricaricare il cellulare in aeroporto è di due mamme imprenditrici, Patricia Ceysens e Katarina Verhaegen, fondatrici dell’azienda belga WeWatt.

La loro missione è permettere alle persone di allenarsi ovunque, in modo leggero e senza stress, ottenendo anche una ricompensa per lo sforzo, ovvero la ricarica gratuita di cellulari, tablet e pc. Un modo per ricordare alle persone che la vita sedentaria porta a consumare di più, mentre il moto sprigiona energia e positività.

I prodotti della WeWatt sono tutti realizzati perlopiù con scarti di lavorazioni industriali e materiali riciclati. Per le speciali cyclette è stato scelto il nome di WeBike. La luce a LED verde indica quando sono stati generati 230V ed è dunque possibile collegare il dispositivo per la ricarica. Ogni persona che si siede a pedalare può produrre mediamente dai 30 ai 150Watt, ma è la pedalata collettiva che fa la differenza, a sottolineare l’importanza di operare in sinergia per cambiare il mondo, partendo dalle piccole cose di ogni giorno.

Sarà per questo, oltre al design accattivante e al look vintage delle cyclette, che l’idea della WeWatt sta ottenendo successo un po’ in tutto il mondo. Oltre all’aeroporto di Amsterdam è possibile trovare le speciali postazioni di ricarica anche all’aeroporto di Bruxelles in Belgio, alla Gare de Montparnasse in Francia, e in molte altre stazioni della metro, librerie, e università europee.

21 maggio 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento