Repellenti per insetti, il Ministero della Salute dovrà autorizzarli

I prodotti repellenti per zanzare e altri insetti potranno esser venduti sul mercato solo dopo aver ottenuto una specifica autorizzazione da parte del Ministero della Salute. Lo ha stabilito il Dipartimento generale dei Farmaci e dei Dispositivi Medici in una mossa che ha un obiettivo preciso: quello di garantire che i prodotti commercializzati siano sicuri e realmente efficaci.

=> Leggi come fare il repellente antizanzare in casa

Si legge in una nota recentemente pubblicata sul portale del Ministero della Salute che tutti i prodotti che “vantano in etichetta un’azione di protezione dagli insetti e dalle punture di insetti”, come ad esempio zanzare, tafani, pappataci, o “un’azione mirata ad allontanare gli insetti o renderli innocui nei confronti dell’uomo” sono classificabili come prodotti repellenti e dunque posti in commercio solo ed esclusivamente dopo che hanno ottenuto una determinata autorizzazione alla commercializzazione da parte del dicastero stesso.

=> Scopri perché le zanzare pungono alcune persone più di altre

Una volta valutati i repellenti per insetti da commercializzare, il Ministero della Salute andrà ad assegnargli un numero di registrazione che assicura che questi prodotti siano stati sottoposti a una valutazione preventiva, e che dunque ne sia garantita sia la sicurezza che l’efficacia nelle modalità d’uso riportate nell’etichetta.

2 agosto 2018
Immagini:
Lascia un commento