Dell’amore smisurato della Regina Elisabetta II per i cani di razza Corgi si conosce ormai tutto, compreso il numero corposo di presenze scodinzolanti, pari a 30 accanto per tutto il suo longevo regno. I simpatici cagnolini hanno rallegrato la vita di corte con le loro corse forsennate e la stazza ridotta e molto simpatica. Ma in pochissimi conoscono la passione segreta della regnante per i Labrador, come sostiene Ben Fogle in una pubblicazione prossima. Her Majesty avrebbe posseduto ben 20 esemplari in tutta la sua vita, facendo adattare appositamente le sue auto Land Rover per poter ospitare i quadrupedi. Ma in particolare per contrastare positivamente il respiro affannoso e nebbioso dei cani, probabilmente per impedire l’appannamento dei vetri grazie alla presenza di tergicristalli interni.

Secondo alcune indiscrezioni, la Regina avrebbe accolto nel tempo tutti gli esemplari di Labrador all’interno della tenuta di Sandringham nel Norfolk, nascondendoli così alla visuale dei curiosi. Una scelta personale per godere privatamente di questa passione e amore molto forte. Secondo l’autore, alla Regina piace l’idea che questa parte della sua vita sia rimasta privata, così da non subire curiosità o ingerenze di sorta. Alcune voci di corridoio sottolineano la voglia di Elisabetta II di girovagare per le sue tenute private solo in compagnia di questi simpatici cagnoloni, tanto da lamentarne l’assenza a corte. Un solo esemplare ha potuto soggiornarvi per un breve periodo ma, nonostante fosse il preferito della Regina, il cagnolone soffriva la lontananza dal suo branco. Forse perché infastidito dalla presenza di troppi Corgi, per questo fu accompagnato nuovamente nel Norfolk.

Secondo l’autore del libro, la Regina viene presentata attraverso gli aneddoti e le storie che la legano ai suoi cani, vicende pubbliche ma anche private che ne mostrano un aspetto inedito. Momenti personali e per questo probabilmente veri. Ben infatti suggerisce allo stesso Primo Ministro inglese di accogliere un cane, oltre al gatto Larry. Questo potrebbe migliorare la sua immagine ammorbidendola agli occhi dei suoi elettori.

13 ottobre 2015
Fonte:
Lascia un commento