Dodici artisti italiani a sostegno del referendum anti-trivelle. Nel nuovo video realizzato da Greenpeace a supporto del quesito referendario in programma il prossimo 17 aprile 2016 volti noti del cinema, della musica e dello spettacolo si alternano davanti alla telecamera per invitare gli italiani a prendere parte al voto in difesa del mare.

Un video, quello realizzato per Greenpeace dalla regista Chiara Agnello, che vede protagonisti a difesa del mare personaggi come Ficarra e Picone, Pietro Sermonti, Claudio Santamaria, Flavio Insinna, Valeria Golino, Nino Frassica, Noemi, Piero Pelù, Elio Germano e Isabella Ragonese. Uniti dal messaggio centrale di questa iniziativa: “Il mare non è un giacimento”.

Come hanno sottolineato Ficarra e Picone, spiegando quale fosse lo spirito comune dei 12 artisti coinvolti nella campagna di Greenpeace:

Noi votiamo Sì perché bisogna cominciare a investire sulle energie rinnovabili. Noi votiamo Sì perché i nostri figli voterebbero Sì.

Greenpeace ringrazia gli artisti che hanno prestato il loro volto per la realizzazione di questo video. Un filmato che contribuirà, come ha dichiarato Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace, a spazzare via il silenzio che si tenta di far cadere sul referendum anti-trivelle del 17 aprile 2016:

Il contributo di questi generosi artisti è decisivo per bucare la cappa di silenzio che si è voluta far cadere sul referendum. Partecipare al voto è un atto importante, di responsabilità democratica, oltre che un diritto. Partecipare per difendere il mare, una delle più grandi risorse di cui dispone l’Italia, è anche un atto d’amore verso la nostra terra, che speriamo coinvolga una larga maggioranza degli italiani.

4 aprile 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento