Greenpeace di nuovo in azione contro le trivellazioni in Italia. Gli attivisti hanno pacificamente occupo le principali piazze di 23 città italiane per sottolineare ancora una volta la propria opposizione alle trivelle sul territorio italiano e per ricordare agli italiani l’importanza del voto per il referendum anti-trivelle del 17 aprile 2016.

Le azioni messe in atto dagli attivisti di Greenpeace hanno voluto non soltanto informare i cittadini riguardo i temi del referendum anti-trivelle del 17 aprile: durante i “blitz” sono state mostrate delle immagini “petrolizzate” dell’Italia e uno striscione riportante il messaggio: “L’Italia non si trivella”.

Grazie al contributo fornito dal digital artist Olmo Amato sono state mostrate alcune immagini del patrimonio culturale italiano “sporcato dal petrolio”. Un danno che si estenderebbe ben oltre quello strettamente ambientale legato all’inquinamento del mare, come ha sottolineato Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace:

Chiediamo a ogni italiano di partecipare al referendum sulle trivelle del prossimo 17 aprile. È un appuntamento che riguarda il Paese nella sua interezza, non solo alcuni territori. In ballo ci sono questioni della massima importanza per tutti: il futuro del nostro sistema energetico; la scarsissima occupazione che potrebbe venire dalle trivelle contro l’enorme perdita di posti di lavoro che potrebbero subire il turismo e la pesca; le nostre finanze pubbliche, giacché ai petrolieri si continuano a garantire privilegi sconosciuti a ogni altro cittadino; la qualità dell’aria delle nostre città e la speranza di liberarci dallo smog delle automobili.

Il 17 aprile possiamo scegliere che Paese vogliamo diventare: ostaggio delle lobby fossili o una comunità vitale che guarda al futuro e alle energie pulite.

7 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
lui la plume , lunedì 7 marzo 2016 alle21:16 ha scritto: rispondi »

chi vorrebbe trivellare? un soggetto che si ripropone di abbassare i costi energetivi o qualcuno che farà di tutto per "guadagnare di più"? Se abbiamo un tesoretto nascosto .... teniamolo per le prossime generazioni invece di arricchire chi ne farà un "pessimo uso".

Lascia un commento