Una bottiglia fatta per il 50% da rPET, la cui produzione richiede il 15% in meno dell’energia solitamente necessaria: è ReBorn, la bottiglia “rinata” della Nestlè. A lanciare il nuovo prodotto è Arrowhead 100% Mountain Spring Water, brand americano legato alla Nestlè Waters, che ha fatto del riciclo dei materiali lo strumento di punta dell’azienda. Da sempre attenta alle tematiche ambientali, Nestlè ha lanciato, a novembre scorso, la campagna Recycling is a beautiful thing, rendendo la bottiglia da 500 ml ReBorn il suo prodotto di punta.

Il polietilene tereftalato, meglio conosciuto come PET, è la plastica con cui, da decenni, le nostre industrie realizzano le bottiglie che tutti i giorni utilizziamo: il rPEt è appunto il prodotto nato dal riciclo di questo materiale, che riesce a mantenere intatte le caratteristiche del PET originale. Secondo gli studi condotti dalla Nestlè il rPET non influenza il gusto dell’acqua e garantisce la massima sicurezza sotto il profilo della riutilizzabilità.

Il problema che si presenta ora alla Nestlè è trovare una quantità sufficiente di PET da riciclare: la maggior parte del materiale usato per la bottiglia Reborn viene da Carbonlite, un impianto di lavorazione della plastica a Riverside, ma non basta. Per produrre bottiglie 100% rPet, infatti, servono sforzi maggiori: in California, solo l’anno scorso, oltre 2,8 milioni di bottiglie, anziché essere avviate per il riciclo, sono finite in discarica.

Michael Washburn, vice presidente del settore Sostenibilità presso Nestle Waters ha spiegato:

Se le bottiglie che vendiamo finiscono nel cestino della plastica da riciclare, è un bene per noi: vuol dire torneranno nel nostro stabilimento di riconversione, al riparo dalla volatilità del mercato delle materie prime. Uno dei nostri obiettivi principali è aumentare la consapevolezza dell’importanza del recupero del PET nei consumatori.

Per stimolare a massimizzare la raccolta e la differenziazione del PET, Nestlè ha pensato a una campagna di marketing virale, che spiega quanto sia fondamentale l’attività di raccolta differenziata e riciclo a livello globale, mostrando quanto siano “versatili” i materiali riciclati. “Più ricicli oggi, più R-PET potrai trovare nelle nostre bottiglie di domani”: è questo lo slogan del video firmato dal celebre Bent Image Lab, che ha come obiettivo quello di stupire l’utente, attraverso una commissione di creatività e realismo, rendendolo allo stesso tempo consapevole su quanto sia dannoso sprecare ogni anno milioni e milioni di bottiglie di plastica lasciando che finiscano in discarica.

29 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento