La ratatouille è una ricetta tipica della cucina francese, adattissima per i mesi estivi grazie all’abbondanza garantita dalla spesa del periodo. Verdure in grande quantità da trasformare in un piatto semplice, veloce e facile da preparare. Un classico delle ricette vegetariane da servire calda o fredda, a seconda delle temperature del momento. L’origine provenzale della pietanza dona un tocco superbo a tutte le verdure stufate, la parola ratatouille deriva dal termine occitano ratatolha, simile al francese touiller che significa appunto rimestare.

La ricetta vegetariana possiede origini povere e contadine, scandita dai tempi della coltivazione e dalle offerte del raccolto. Conta prevalentemente verdure estive cucinate in modo semplice ma gustoso, ma principalmente cotte separatamente. Può essere servita come piatto unico o principale, con l’accompagnamento di pane o riso, oppure come contorno. Ogni variazione sarà ben gradita, perché la ricetta si presta all’interpretazione data dalla pratica. Per prepararla procuratevi:

  • 2 melanzane;
  • 4 zucchine piccole;
  • 1 peperone rosso e 1 verde;
  • 2 cipolle;
  • 500 gr di pomodori ramati;
  • mezza costa di sedano;
  • 3 spicchi d’aglio;
  • sale, pepe q.b;
  • 2 rametti di timo;
  • 2 foglie di alloro;
  • qualche foglia di basilico;
  • zafferano;
  • 9 cucchiai di olio di oliva.

Pulite le verdure in acqua corrente, la particolarità della ricetta è data dalla cottura separata di ogni ingrediente. Tagliate in quattro e per il lungo le zucchine e le melanzane, ma se preferite affettatele sottilmente. Quindi aprite e pulite i peperoni dai semi e dai filamenti bianchi, quindi lavateli e affettali a listarelle. Tagliate le cipolle a fettine, quindi il sedano a pezzettini piccoli e immergete i pomodori in acqua bollente per sbollentarli. Scolateli e pelateli, quindi tagliateli a cubetti. Versate in padella un terzo dell’olio e la cipolla, fatela imbiondire a fuoco basso senza bruciarla, quindi aggiungete un goccio d’acqua per ammorbidirla. Unite il sedano e lasciate cuocere qualche minuto. Aggiungete i peperoni a listarelle, e cuocete il tutto a fuoco medio girando con un cucchiaio di legno.

In una seconda padella versate la seconda parte dell’olio, quindi adagiate delicatamente le melanzane e lasciatele cuocere a fuoco basso. Dopo 10 minuti unite le zucchine e proseguite nella cottura, girando delicatamente, fino a ottenere verdure morbide senza perderne la consistenza. In una terza padella, con l’olio d’oliva avanzato, fate rosolare velocemente l’aglio quindi aggiungete i pomodori con il basilico e le spezie restanti. Sciogliete lo zafferano in poca acqua tiepida e aggiungetelo alla terza padella, lasciate che cuocia per 10 minuti. A cottura ultimata unite tutte verdure in un’unica pentola, a lasciatele cuocere insieme per 5 minuti salando e pepando a piacere. Mescolate con delicatezza, quindi spegnete e impiattate con alcune foglie di basilico come decorazione. È possibile anche tagliare le verdure a rondelle sottili e, dopo la cottura, servirle a raggiera in un piatto alternandole per tipo.

13 agosto 2013
Fonte:
Lascia un commento