Rapporto Eco-Media 2017: oggi i dati sull’ambiente nei media

Verrà presentato oggi a Roma nell’ambito del forum nazionale “Ambiente e sviluppo sostenibile tra informazione, economia e politica” il 4° Rapporto Eco-Media 2017. Frutto della collaborazione tra Pentapolis Onlus con l’Osservatorio di Pavia, il report delineerà quelli che sono i risultati ottenuti in termini di copertura delle notizie ambientali da parte dei principali media italiani.

L’evento rappresenterà inoltre l’occasione per assegnare il premio “Giornalisti per la Sostenibilità” a coloro che si sono distinti per una “attenta e puntale divulgazione”. Come ha sottolineato Massimiliano Pontillo, presidente Pentapolis Onlus:

OSA-Osservatorio su sviluppo sostenibile e ambiente nei media, “naturale” evoluzione di Eco-Media istituito nel 2014, vuole stimolare coloro che governano il settore dei media, ossia i grandi editori, affinchè questi temi non continuino ad essere relegati alle emergenze e ai disastri naturali ma abbiano uno spazio costante e siano più connessi con le questioni economiche. Si produrrebbe così un circolo emulativo virtuoso a tutti i livelli e un’attenzione maggiore del decisore pubblico.

=> Leggi l’appello di Macron su clima e ambiente

Diverse le figure professionali giornalistiche e appartenenti a vari settori della Green Economy presenti durante il forum. A partecipare saranno, oltre a Massimiliano Pontillo e Andrea Caretta, presidente Osservatorio di Pavia: Mauro Libé, consigliere di Amministrazione di ISPRA; Enrico Giovannini, portavoce ASviS; Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione UniVerde; Ferruccio De Bortoli, presidente Longanesi; Alfonso Cauteruccio, presidente Greenaccord; Marco Fratoddi, segretario generale Federazione Italiana Media Ambientali.

=> Leggi la roadmap di Legambiente sulla decarbonizzazione al 2030

Il progetto promosso da Pentapolis Onlus e Osservatorio di Pavia si avvale dell’adesione del Presidente della Repubblica; della collaborazione con la Federazione Nazionale della Stampa Italiana e con l’Ordine dei Giornalisti; del patrocinio di Commissione Europea, Ministero dell’Ambiente, Ispra; della partecipazione di ASviS, Cittadinanzattiva, Csr Manager Network, Fondazione Global Compact Network Italia, Fondazione UniVerde, Greenaccord; del sostegno di Novamont, Terna; del contributo di Eni; partner tecnici Arti Grafiche Boccia, Pagine Sì, Telpress.

19 dicembre 2017
Lascia un commento