Una soluzione geniale quella messa in atto da una stazione degli autobus a Barreirinha, in Brasile, che ha deciso di accogliere tre cani randagi randagi. Lo staff della struttura hanno fornito ai quadrupedi tre grossi pneumatici, rimodellati e trasformati in comodi e accoglienti giacigli. Una strategia funzionale e vincente che ha permesso a Max, Pitoco e Zainho di sfuggire ai pericoli della strada, affrontando al contempo l’arrivo dell’inverno.

In Brasile, a differenza dell’Italia, questo è il cambio di stagione che segna il sopraggiungere del freddo. Nonostante il caldo estivo, la nazione è famosa anche per gli inverni rigidi e pressanti, che creano molto disagio a chi vive per strada. Il territorio è noto per le difficoltà a cui non si sottraggono gli animali spesso abbandonati, maltrattati e affamati. Il personale, offrendo rifugio notturno, ha permesso a questi tre amici di salvarsi dalla brutalità quotidiana. Trovando anche cibo e affetto, gesti forse nuovi e piacevoli per questi poveri quadrupedi.

=> Scopri l’uomo che salva i cani in Brasile


La gentilezza dimostrata non è passata inosservata, ha catturato positivamente la cittadinanza locale. Ma ha anche fatto breccia nel cuore di un politico di zona: Fabiane Rosa, che opera a Curitiba. La donna, amante degli animali e sempre in prima linea per la loro difesa, auspica che anche la cittadina capitale dello stato del Paraná possa seguire l’esempio. Un gesto che potrebbe presto avere gran seguito creando un trend positivo e davvero utile. La politica ha elogiato il buon cuore del personale presente, che spesso non esita a far visitare anche randagi di passaggio prestando soccorso. Ma anche dei tanti volontari che si sacrificano personalmente per soccorrere, sfamare e curare gli innumerevoli cani che vivono per strada.

=> Scopri i cani randagi in Brasile


Il randagismo è una piaga aperta per tutto il territorio brasiliano, l’abbandono è un atto vile che Fabiane Rosa spera di sconfiggere con il supporto di tutti. La sensibilizzazione dell’opinione pubblica, tramite gesti come questo, è il mezzo di comunicazione migliore per voltare pagina e diminuire i casi di maltrattamento.

15 maggio 2017
Fonte:
Lascia un commento