Un bicchiere di vino fa bene, ma fate attenzione a che bottiglie avete a casa. Unes ha disposto il ritiro di un lotto di vino Barbera del Monferrato Ca’ Fornara, prodotto da Laronchi Vini Srl nello stabilimento di via San Rocco, 3, a Boca in provincia di Novara. Il motivo? Nel vino si trovano livelli di rame ben al di sopra dei limiti consentiti dalla legge.

=> Leggi l’allerta alluminio per gli spaghetti

Il vino in questione appartiene al lotto L18817B ed è venduto in bottiglie da 75 cl. A scoprirlo è stato l’Arpa Piemonte che, dopo aver eseguito delle analisi di laboratorio ha constatato come nelle bottiglie appartenenti al lotto L18817B vi fosse un contenuto di rame di 1,53 mg/l. Il limite fissato dalla legge è di 1 mg/l.

=> Leggi l’allerta salmonella per le salsicce fresche in filze

Immediatamente è stato quindi disposto il ritiro delle bottiglie di vino vendute e negli scaffali del supermercato: nello specifico si tratta di 6498 bottiglie. Ovviamente il consiglio è quello di non consumare il vino in quanto una dose eccessiva di rame, che in piccole quantità serve al nostro organismo, potrebbe causare nausea, vomito, febbre e persino diarrea.

Se avete quindi acquistato una di queste bottiglie di vino è bene riportarla al punto vendita. Se invece avete già bevuto la bottiglia di vino potete recarvi dal vostro medico curante per chiedere delucidazioni sul da farsi.

18 ottobre 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento