È stata scoperta una new entry fra i corteggiatori più irriducibili del mondo animale, un amante un po’ maldestro e del tutto sprezzante del pericolo. È il ragno – in particolare i rappresentanti delle famiglie dei ragni saltatori – il quale è solitamente portato a corteggiare qualsiasi femmina passi nelle sue vicinanze. Questa fame amorosa, tuttavia, sembra portare l’aracnide spesso in fallo: non capita di rado gli otto zampe vengano uccisi da femmine di specie molto differenti dalla propria.

La singolare scoperta giunge da Lisa Taylor, un’esperta in aracnidi dell’Università della Florida. Dopo aver studiato a lungo i rappresentanti maschili dei ragni saltatori – una famiglia che può coinvolgere più di 5.000 specie a livello mondiale – l’autrice ha notato come questi esemplari siano degli abilissimi corteggiatori. Sembra, infatti, non rinuncino a l’opportunità di sedurre qualsiasi femmina risulti loro avvicinabile, anche lasciandoci la vita. Mentre i maschi delle varie specie si differenziano e si identificano grazie alla presenza di strisce o decori colorati, le femmine risultano più facilmente confondibili: capita di sovente, di conseguenza, un giovane maschio cerchi di approcciare la compagna sbagliata, rimanendo vittima dell’amore.

=> Scopri il ragno gigante in Messico


Sprecare così tanta energia e correre il rischio con una femmina della specie sbagliata sembra essere una pessima idea. Tuttavia, sospettiamo che i ragni maschi si comportino così perché non riescano, in realtà, a distinguere le femmine fra di loro.

In particolare, Taylor e i suoi colleghi hanno studiano quattro specie native dell’Arizona di ragni saltatori, scoprendo dei risultati davvero interessanti. Il 100% delle interazioni fra maschi e femmine riguarda la possibilità di accoppiamento, con delle richieste che si declinano con danze improvvisate, raggiri e, addirittura, momenti di cannibalismo. Un universo, tuttavia, dove le redini dell’amore sono tutte rosa: è la femmina, infatti, non solo a scegliere il partner migliore, ma anche a decidere se graziare o giustiziare il malcapitato di turno.

=> Scopri il ragno che somiglia a una foglia


Di solito, quando un maschio incontra una femmina, inizia un rito di corteggiamento tra movimenti ritmici e vibrazioni dell’addome, senza però avere la certezza la controparte appartenga alla sua stessa specie. Di conseguenza, ogni corteggiamento può tradursi sia nell’accoppiamento che, ancora, nell’uccisione dello sgradito partner. Non è però tutto: dai dati raccolti dagli autori, e pubblicati sulla rivista scientifica PLOS ONE, emerge anche come gran parte dell’alimentazione delle femmine di ragno sia costituita da appartenenti maschili della specie sbagliata, evidenza che conferma ulteriormente le rilevazioni sui tentativi maldestri di seduzione degli otto zampe.

3 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento