I raggi UV rappresentano un pericolo anche quando si viaggi in auto. A puntare l’attenzione sul problema uno studio condotto dai ricercatori del Boxer Wachler Vision Institute di Beverly Hills e pubblicato sulla rivista Jama Opthalmology.

Durante lo studio statunitense è stata valutata la capacità di respingere i raggi UV da parte del parabrezza e dei finestrini laterali di 29 automobili (appartenenti a 15 case automobilistiche differenti), prodotte tra il 1990 e il 2014. Il risultato è stato incoraggiante per quanto riguarda il vetro frontale, che in media bloccherebbe il 96% dei raggi UV-A. Meno performanti quelli laterali.

Stando ai risultati ottenuti dallo studio USA le percentuali di raggi UV-A respinti dai finestrini laterali sarebbe compresa tra il 44 e il 96%. I modelli di auto che montano vetri in grado di superare la percentuale del 90% sarebbero appena 4 (rispetto ai 29 analizzati).

In special modo durante l’estate è consigliato quindi prestare particolare attenzione a non esporsi troppo ai raggi del sole nelle ore più calde, salvo quando strettamente necessario, anche se in auto.

Inoltre non bisogna trascurare un’alimentazione sana e ricca dei nutrienti amici della pelle come la vitamina E (di cui sono ricchi ad esempio cereali integrali, verdura a foglia verde e frutta secca col guscio), vitamina C (arance, kiwi, pomodori – ricchi anche di licopene, altro elemento benefico – e broccoli) e Coenzima Q10 (carote, frutta secca col guscio, pesce azzurro e spinaci).

16 maggio 2016
Fonte:
Lascia un commento