Il Sole come aiuto naturale per tenere sotto controllo la pressione alta. Lo sostengono i ricercatori dell’Università di Edimburgo, secondo i quali i raggi UV (UltraVioletti) non sarebbero soltanto legati a possibili malattie delle pelle (comprese alcune forme tumorali), ma aiuterebbero anche a prevenire patologie anche gravi come l’ictus e l’infarto.

>>Scopri i benefici dello yogurt per controllare la pressione alta

La pressione scenderebbe in maniera naturale dopo appena un’ora di esposizione ai raggi UV, come testato dai ricercatori su 24 volontari. Ai soggetti è stato chiesto di esporsi per sessanta minuti alla luce di lampade emananti raggi ultravioletti o in alternativa a una che emanasse solo calore. Secondo i risultati chi si è esposto al solo calore non ha subito variazioni significative alla pressione sanguigna, come invece avvenuto negli altri volontari.

>>Scopri come prevenire l’ictus con tè verde e caffè

L’elemento chiave risiederebbe nella capacità mostrata dai raggi UV di stimolare il rilascio di monossido di azoto, molecola in grado di diminuire la pressione sanguigna sfruttando la sua azione vasodilatatrice. Benefici che potrebbero addirittura superare i potenziali rischi legati alle patologie tumorali della pelle secondo Richard Weller, dermatologo presso l’Università di Edimburgo e co-autore dello studio:

I benefici per la salute del cuore della luce solare sono superiori al rischio di cancro alla pelle. Il lavoro che abbiamo condotto fornisce un meccanismo che potrebbe spiegarlo. Ora intendiamo studiare il rischio relativo di malattie cardiache e cancro alla pelle in persone esposte a diverse quantità di luce solare. Se si confermerà che la luce riduce il tasso di decesso per qualsiasi causa dovremo riconsiderare i nostri consigli sull’esposizione al sole.

9 maggio 2013
Lascia un commento