Un nuovo fondo da 2,5 milioni di euro per i centri di raccolta RAEE, cioè dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche. È il risultato dell’accordo sottoscritto da Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani, il Centro di Coordinamento RAEE (Cdc RAEE), i Produttori di Aee e le associazioni delle Aziende di raccolta dei rifiuti.

L’intesa sulla’e-waste management mette al centro i premi di efficienza: come già fatto con l’accordo del 2011, si offrono dei corrispettivi per favorire scelte organizzative e operative dei Centri di raccolta e portare ad un livello di efficienza massima la raccolta del RAEE.

La novità dell’accordo sui RAEE, la cui decorrenza iniziava già il 1 gennaio 2015, è un ulteriore premio incrementale dedicato ai Centri di raccolta per aver accumulato quantitativi di apparecchiature elettroniche maggiori rispetto alla media del 2013 e del 2014: 13 euro in più per ogni tonnellata di e-waste correttamente smaltita. Francesco Giuffrè, direttore di Anitec, l’associazione di categoria dei produttori di elettronica di consumo e ITC, ha commentato così l’intesa raggiunta:

La sigla del nuovo accordo non solo istituisce un importante fondo per i Centri, ma ufficializza l’importante sforzo dell’industria italiana per favorire una maggiore efficienza nella gestione organizzativa e operativa della raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Il premio, inoltre, sarà inserito nel fondo finalizzato allo sviluppo e al miglioramento infrastrutturale dei Centri di raccolta: la metà delle risorse saranno destinare alla costruzione di nuovi poli per l’e-waste. Filippo Bernocchi, delegato dell’Anci per il settore Energia e Rifiuti, ha spiegato:

C’è grande soddisfazione per l’intesa raggiunta che rinnova quella del 2011: ai Comuni saranno destinate di fatto maggiori risorse e lo sforzo congiunto dei Comuni-aziende, dei Sistemi collettivi e dei produttori sarà dedicato a promuovere la realizzazione di nuovi centri di raccolta per i RAEE, nonché per l’adeguamento dei centri oggi presenti sul territorio. Ci attiveremo affinché siano realizzate le opportune attività di comunicazione e informazione per Comuni e cittadini.

11 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Giovanni, giovedì 12 febbraio 2015 alle12:07 ha scritto: rispondi »

Gentile Dottoressa Fiore, dove è possibile trovare il bando?

Lascia un commento