Prosegue seppure in leggero calo rispetto al 2015 la raccolta di pile e accumulatori esausti in Italia. Nel 2016 sono sono state poco meno di 9.500 le tonnellate di batterie avviate al recupero, questo in funzione del maggior impiego di accumulatori portatili rispetto alle “usa e getta”.

=> Scopri le nuove pile che si autoalimentano grazie ai batteri

Questi dati fanno parte del terzo rapporto annuale del CDCNPA, Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori, secondo cui è invece costante la raccolta degli accumulatori industriali e per veicoli: circa 160 mila tonnellate.

=> Scopri la nuova app per gestire la raccolta di RAEE e pile usate

Si è invece superata, a fine 2016, la soglia di 5 mila punti raccolta nel territori nazionale. In prima fila tra le Regioni si trova la Lombardia con 1.128 strutture, seguita da Veneto (624) e Piemonte (504). Come ha sottolineato Giulio Rentocchini, presidente CDCNPA:

I dati contenuti nel Rapporto Annuale e in particolare il leggero calo registrato, ci raccontano un fenomeno a cui stiamo assistendo da anni: l’uso sempre più massiccio di accumulatori ricaricabili al posto di pile usa e getta. Questo significa sostituire prodotti che diventano rifiuto dopo poche settimane con altri che possono essere ricaricati centinaia di volte nel corso di anni.

Da un punto di vista ambientale è un passaggio importante, ma è ovvio che i rifiuti disponibili per la raccolta sono sempre meno. Poi rimane anche la cattiva abitudine di gettare le pile nel cestino dei rifiuti indifferenziati. Per questo il CDCNPA ha deciso di investire in iniziative di comunicazione che dal prossimo autunno incrementeranno la conoscenza delle corrette modalità di raccolta differenziata delle pile e gli accumulatori portatili.

A guidare le Regioni in funzione delle quantità raccolte è sempre la Lombardia (1.052.695 kg), seguita da Veneto (754.198 kg) e Piemonte (524.846 kg). Al Centro si è invece distinta la Toscana (450.549 kg), mentre al Sud la Campania (142.740). Presente inoltre nel rapporto annuale un omaggio ad alcuni dei grandi pittori italiani e stranieri: l’illustratore sardo Toni Demuro ha ripreso il tema del riciclo delle pile in alcune tavole ispirate alle opere di Mirò, Picasso, Matisse, Mondrian, De Chirico e Capogrossi.

26 giugno 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento