L’e-commerce sta diventando negli ultimi tempi una delle soluzioni più scelte per fare acquisti. Il numero dei siti che offrono questa possibilità sono sempre di più. La merce acquistata on line viene recapitata a casa nostra per lo più protetta da imballaggi in cartone più sicuri e pratici.

Se però non li smaltiamo correttamente tutto il sistema rischia di avere un impatto notevole sull’ambiente. Ci ha pensato perciò Comieco, il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, organizzando il concorso #iorompolescatole. Nella nota con la quale Comieco presenta il concorso si legge:

Ogni anno in Italia vengono consegnati circa 11 milioni di pacchi e-commerce. La maggior parte di essi sono in carta e cartone e, una volta recapitati, bastano pochi e semplici gesti per farli rientrare nel ciclo produttivo e tornare a nuova vita, diventando libri, giornali, arredi o nuove scatole.

Aprire il cartone, togliere eventuali scotch o graffette metalliche e piegarlo o romperlo in modo che occupi meno spazio possibile costituisce il 90% di una perfetta raccolta differenziata. Con questa campagna Comieco offre tutte le istruzioni per sentirsi utili e non obbligati, come da suo slogan.

Il concorso è partito il 18 dicembre 2015 e andrà avanti fino al 18 aprile 2016. Ci sono in palio 240 premi immediati, dei buoni acquisto del valore di 20 euro e 5 premi finali, dei superbuoni del valore di 350 euro ciascuno. Tutto da spendere on line, a condizione ovviamente di essere pronti a smaltire correttamente i pacchi che si riceveranno.

Cosa bisogna fare per vincere? Servono due “selfie”: uno mentre si getta il cartone nell’apposito raccoglitore, a testimonianza che si sta facendo il proprio dovere nella maniera più giusta e uno con un pezzo di cartone in cui si scriverà appunto #iorompolescatole. Quest’ultimo andrà pubblicato sui social (facebook in particolare) e fatto girare. La foto che sarà più cliccata, condivisa e che avrà più “mi piace” sarà la vincitrice.

Sono vari i siti di e-commerce che hanno aderito all’iniziativa: all’interno dei loro pacchi sarà pubblicizzata la campagna, per trasmettere il messaggio che mai come in questo caso rompere le scatole è auspicabile e utile all’ambiente e alla società.

3 febbraio 2016
In questa pagina si parla di:
Via:
Lascia un commento