Gli italiani passano l’esame sulla raccolta differenziata del vetro. A promuoverli è il CoReVe, il Consorzio per il recupero del vetro, diffondendo i dati raccolti da uno studio commissionato ad AstraRicerche.

La ricerca ha rivelato che ben il 74% degli italiani è a conoscenza delle regole necessarie a una corretta raccolta differenziata del vetro. Nel 2010 la percentuale di italiani che smaltiva il vetro senza commettere errori era del 51%.

Negli ultimi cinque anni a informare sempre più cittadini sulle modalità per la raccolta differenziata del vetro hanno contribuito le tante campagne di sensibilizzazione e divulgative del CoReVe. L’ultima messa in campo dal Consorzio ha coinvolto il geologo Mario Tozzi. Lo spot con lo slogan “Bottiglie e vasetto binomio perfetto. Per tutto il resto cambia cassonetto” è stato trasmesso sulle reti televisive nazionali raggiungendo milioni di persone.

Una campagna efficace, come testimoniano i dati raccolti dallo studio di AstraRicerche. Prima della messa in onda dello spot la regola bottiglia/vasetto era nota al 51% degli intervistati. Dopo aver visto la pubblicità, la percentuale è salita a quota 74,5%.

Queste cifre rivelano l’importanza di portare avanti campagne informative che raggiungano un pubblico sempre più vasto per poter massimizzare i risultati della raccolta differenziata del vetro. Non a caso nel 2014 il CoReVe ha curato delle campagne informative trasmesse sulle tv locali di tre regioni meridionali in cui la raccolta differenziata del vetro ha grandi margini di crescita: Puglia, Calabria e Sicilia.

Lo spot si è concentrato sui falsi amici del vetro, invitando i cittadini a non smaltire nella campana del vetro oggetti di cristallo, ceramica, lampadine e pirex. Materiali che possono compromettere il riciclo del vetro sporcando la frazione raccolta.

Lo studio ha fornito altri dati interessanti sul rapporto degli italiani con lo smaltimento del vetro. Ben il 91% degli intervistati si è detto soddisfatto delle informazioni ricevute sul corretto conferimento di ciascun materiale.

L’84,2% del campione reputa chiare le informazioni sulle procedure per lo smaltimento di materiali differenti e sa a chi rivolgersi per sciogliere eventuali dubbi sulla raccolta differenziata.

22 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento