Raccolta differenziata: MOIGE e COREPLA bocciano gli italiani

Gli italiani non sono ancora molto informati su raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti. Il dato sconfortante arriva dai risultati del progetto “Non rifiutiamoci”, promosso dal Movimento Italiano Genitori (MOIGE) e dal Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio, Il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica (COREPLA).

Nell’ambito dell’iniziativa, è stata commissionata alla società di statistiche SWG un’indagine sulla dimestichezza delle famiglie italiane in materia di raccolta differenziata. Secondo il sondaggio, quasi un genitore su tre (il 29% degli intervistati) non separa i rifiuti, oppure lo fa soltanto occasionalmente.

Una percentuale ancora più alta, il 33%, considera inoltre la differenziata una “faticosa necessità”, o addirittura “un inutile spreco”. Anche quelli che la separazione la fanno, tra l’altro, non sempre risultano correttamente informati: il 70% delle famiglie che raccoglie la plastica, ad esempio, effettua un’errata suddivisione dei materiali.

Da un’analisi più approfondita risulta che i problemi principali riguardano soprattutto le regioni del centro-sud, in netto ritardo in materia di raccolta differenziata. La scarsa informazione sembra essere la causa principale di queste difficoltà, un problema che si ripercuote inevitabilmente anche sui più piccoli. L’iniziativa del MOIGE e del COREPLA punta proprio a colmare almeno in parte queste lacune informative, trasformando la raccolta differenziata in un tema meno sconosciuto per gli italiani.

Fonte:

14 ottobre 2011
Lascia un commento