Gli italiani differenziano sempre meglio e sempre di più. A riferirlo è il consorzio Comieco nel suo ultimo rapporto sulla raccolta differenziata di carta e cartone. Nel 2013 si è registrato un incremento dell’1% nel recupero dei rifiuti in carta e cartone, per un totale di 3 milioni di tonnellate. Ogni cittadino italiano mediamente ha avviato al riciclo 48,4 kg.

Il segno più dello scorso anno si deve in gran parte alla crescita della raccolta differenziata nelle regioni meridionali. Al Sud la raccolta di carta e cartone ha fatto infatti segnare un +4,8%. Al Centro l’incremento è stato del 4,6%. Cala invece la raccolta al Nord a causa della riduzione dei consumi. Le regioni settentrionali hanno registrato un decremento dell’1,7% rispetto al 2012.

L’aumento della raccolta differenziata nel 2013 è un dato doppiamente positivo. Bisogna infatti considerare che lo scorso anno la mole totale di rifiuti urbani ha subito un calo del 3,2%. Questo significa che si producono sempre meno rifiuti e se ne avviano al riciclo sempre di più, con una riduzione considerevole della pressione su discariche e inceneritori.

Le regioni che hanno fatto passi da gigante nel 2013 sono state la Basilicata e il Lazio, con un incremento rispettivamente del 15,8% e del 13,7%. La media pro capite più alta la detengono le regioni del Centro, a quota 61,5 kg per abitante. La maglia nera, malgrado gli sforzi, va al Sud dove ogni cittadino avvia alla differenziata mediamente 27 kg di carta e cartone. Il Trentino-Alto Adige, con i suoi 78,9 kg per abitante è la regione più virtuosa d’Italia.

La raccolta differenziata nel 2013 ha fruttato ai Comuni risparmi e guadagni per 88 milioni di euro e ai riciclatori 5 milioni di euro. Dal 1999 al 2013, il riciclo dei rifiuti di carta e cartone ha permesso di ottenere benefici economici per 4,8 miliardi di euro. Come ha sottolineato Ignazio Capuano, presidente di Comieco:

In 15 anni abbiamo gestito il recupero e l’avvio al riciclo di 24 milioni di tonnellate di carta e cartone, riconoscendo ai Comuni italiani in convenzione corrispettivi economici per oltre un miliardo di euro, a cui si aggiungono ulteriori 100 milioni di euro derivanti dall’impegno diretto delle cartiere italiane, nello stesso periodo.

23 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Luca, martedì 29 luglio 2014 alle11:37 ha scritto: rispondi »

La differenziata però a Roma non decolla. Poche multe e siamo a un livello di coscienza civica ancora basso. Per il riciclo della carta ho scoperto il servizio offerto Tetra Pak con Tiriciclo. Mi ha aiutato a smaltire molta carta e cartone che viene prontamente riutilizzato.

Lascia un commento