Raccolta 10 Più: a Roma la campagna per la differenziata di qualità

Migliorare la qualità della raccolta differenziata, informando gli italiani sulla corretta modalità di separazione dei rifiuti domestici e correggendo una serie di errori ancora piuttosto diffusi. Sono gli obiettivi della campagna nazionale “Raccolta 10 Più”, promossa dal CONAI (Consorzio Nazionale per il Recupero degli Imballaggi) in occasione del Mese della raccolta differenziata di qualità.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con ANCI (Associazione nazionale dei Comuni italiani) e Ministero dell’Ambiente, ha fatto tappa a Roma con una conferenza stampa in piazza della Chiesa Nuova, nel corso della quale è stato distribuito ai passanti il decalogo sulla raccolta differenziata di qualità messo a punto dal Conai per l’occasione.

Il vademecum, che nel corso del mese di ottobre sarà distribuito in numerose piazze d’Italia, fornisce ai cittadini una serie di consigli di semplice applicazione per evitare errori e malintesi nella separazione dei vari tipi di rifiuti domestici. Il decalogo, ad esempio, suggerisce di sciacquare sommaria mente gli imballaggi prima di buttarli via, per rimuovere i residui di cibo che ne complicherebbero il riciclo, oppure di rimuovere tappi a corona e coperchi per la stessa ragione. O ancora di gettare specchi, scontrini o cartoni della pizza unti nell’indifferenziato, perché non sono riciclabili.

Unico obiettivo: la qualità della differenziata. Non basta separare i rifiuti, ma è fondamentale farlo nel modo corretto – ha infatti spiegato il presidente del CONAI, Roberto De Santis – dal momento che minori sono le impurezze presenti nei materiali raccolti, minori sono i costi e le difficoltà tecniche del processo di riciclo.

Proprio gli aspetti economici della questione rappresentano un aspetto particolarmente importante, come osservato dallo stesso presidente del Consorzio. «in base al nuovo accordo quadro ANCI-CONAI – ha spiegato – i corrispettivi che riconosciamo ai Comuni per la loro differenziata variano non solo in base alle quantità di materiale raccolto, ma anche a seconda della qualità delle varie frazioni».

Una questione, quella dell’assenza di impurezze nei rifiuti da riciclare, che anche Marco De Giorgi, segretario generale del ministero dell’Ambiente, ritiene fondamentale. “Paradossalmente, gli Italiani tendono a mostrare una grande biofilia, con il loro amore per la natura, i parchi e l’ambiente, ma hanno ancora una scarsa conoscenza delle problematiche ambientali e del ciclo dei rifiuti – ha dichiarato nel corso della presentazione della campagna “Raccolta Dieci Più” – per questo l’iniziativa del Conai è particolarmente importante”.

Nelle prossime settimane, gazebo informativi per la distribuzione del decalogo sulla raccolta differenziata di qualità saranno allestiti nelle piazze di molte altre città d’Italia. Nei capoluoghi di regione, come già avvenuto a Roma, circoleranno sulle strade anche degli speciali “eco-ciclisti”, pronti a distribuire il vademecum ai passanti. Il calendario delle iniziative è disponibile sul sito della campagna “Raccolta Dieci Più”.

11 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento