Quinto Conto Energia: presto verifiche sugli impianti incentivati

Prenderanno presto il via le verifiche di conformità sugli impianti fotovoltaici incentivati attraverso le varie versioni del Conto Energia. Si è infatti conclusa la gara indetta dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) per appaltare le operazioni di controllo, che saranno alla fine effettuate dall’organismo di certificazione ICIM in tutto il territorio nazionale.

Le verifiche riguarderanno impianti selezionati a campione in tutte le regioni e le province d’Italia. Dovranno essere controllate tutte le tipologie di impianti fotovoltaici, con particolare riguardo per quelli a uso domestico. L’operazione durerà complessivamente 4 anni e prevede un totale di 8.000 verifiche (circa 2.000 all’anno).

L’attività di controllo sarà articolata in due fasi distinte: a una prima verifica documentale, che dovrà accertare ad esempio la proprietà degli impianti e la conformità dei documenti con quanto dichiarato al GSE all’atto della richiesta degli incentivi, seguirà un sopralluogo sul posto, con tanto di realizzazione di un apposito dossier fotografico.

In questa fase, i tecnici di ICIM dovranno ad esempio verificare la corretta installazione degli impianti integrati, l’effettivo impiego di pannelli fotovoltaici made in Ue (per chi lo ha dichiarato) e la conformità alle altre dichiarazioni rese al GSE. In caso di non conformità, lo stesso Gestore dei Servizi Energetici potrà richiedere un rimborso diretto delle somme non dovute o prevedere una detrazione sugli incentivi degli anni successivi.

Soddisfazione per l’incarico ottenuto è stata espressa da Gaetano Trizio, amministratore delegato di ICIM:

Siamo estremamente soddisfatti dell’aggiudicazione di questa gara, frutto di un’attenta valutazione delle nostre specifiche competenze tecniche. Questo risultato rende merito a Icim per la conoscenza approfondita del settore del fotovoltaico e di tutte le energie rinnovabili, un’expertise che ne ha fatto uno dei soggetti di riferimento, a livello nazionale e internazionale, per le attività di due diligence e certificazione di tutti gli anelli della filiera, in un contesto di crescente globalizzazione che richiede la massima garanzia di trasparenza e qualità dell’applicazione delle politiche energetiche nazionali.

21 novembre 2012
Lascia un commento