Il GSE (Gestore dei servizi energetici) ha chiuso, almeno per il momento, le iscrizioni al registro degli impianti fotovoltaici di potenza superiore ai 12 kW, previsto dal decreto sul Quinto Conto Energia. La finestra utile per presentare richiesta di inserimento nella graduatoria era stata aperta lo scorso 20 agosto.

Ora bisognerà aspettare 20 giorni, cioè l’8 ottobre, per conoscere, sempre attraverso il sito GSE, l’elenco dei “fortunati” che sono riusciti a entrare nel registro, e che pertanto potranno godere delle tariffe incentivanti del Quinto Conto Energia.

L’ammissione in graduatoria, infatti, è possibile solo fino al raggiungimento del limite di costo fissato dallo stesso Quinto Conto Energia in 140 milioni di euro, fatto salvo il raggiungimento della soglia di 6,7 miliardi per il costo annuo complessivo degli incentivi al fotovoltaico, che determinerà automaticamente la chiusura del Conto (al momento, il Contatore online presente sul sito GSE si sta avvicinando ai 6,4 miliardi, ndr).

Per chi è rimasto escluso, non resta che attendere le successive finestre utili per tentare l’iscrizione. I prossimi registri, infatti, saranno aperti dal GSE con cadenza semestrale e resteranno accessibili per 60 giorni. Le soglie di spesa saranno di 120 milioni di euro per il secondo elenco e di 80 milioni per quelli successivi. Sempre, s’intende, fino al raggiungimento dei 6,7 miliardi annui complessivi.

Sono esentati dall’iscrizione obbligatoria, oltre alle installazioni di potenza inferiore ai 12 kW, anche gli impianti fino a 50 kW associati alla rimozione di amianto, oppure quelli realizzati da pubbliche amministrazioni. È possibile ottenere una deroga anche rinunciando volontariamente al 20% della tariffa incentivante.

19 settembre 2012
Lascia un commento