Chiude oggi alle ore 21:00 il periodo di iscrizione al secondo Registro informatico per ottenere gli incentivi al fotovoltaico del Quinto Conto Energia. La procedura di registro è necessaria per gli impianti fotovoltaici sopra i 12 kW di potenza, che diventano 50 kW se si rimuove l’amianto.

Una volta ricevute tutte le richieste di iscrizione al registro, il GSE entro 20 giorni pubblica la graduatoria degli ammessi e degli esclusi. Come previsto dal decreto del Quinto Conto Energia è possibile evitare la procedura e accedere direttamente agli incentivi se si rinuncia al 20% della tariffa incentivante e se, contemporaneamente, l’impianto non supera i 20 kW di potenza.

Dalla quantità di richieste e dalla graduatoria finale, indirettamente, si saprà quando finirà il Quinto Conto Energia. Basterà calcolare il cumulo degli incentivi che verranno concessi dal GSE e aggiungerlo ai 6.639.187.559 di euro contati oggi dal Contatore Fotovoltaico. Il limite di spesa, oltre il quale il GSE non accetterà più richieste di incentivazione ma smaltirà solo le pratiche già ricevute, è di 6,7 miliardi. Quindi ormai ci siamo.

Se verrà raggiunto il tetto dei 6,7 miliardi potremo dire definitivamente addio agli incentivi al fotovoltaico in Italia e concentrarci sulle detrazioni fiscali del 50%. Che, però, dureranno solo fino a fine giugno per poi scendere al 36%.

Le detrazioni al 55% per l’efficienza energetica, invece, dovrebbero essere prorogate dal ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato ma, come ha ribadito l’Agenzia delle Entrate, non valgono per gli impianti fotovoltaici.

17 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
antonio ferrone, sabato 18 maggio 2013 alle10:52 ha scritto: rispondi »

vorrei essere costantemente aggiornato,su gli incentivi di tutte le fonti alternative. ed in particolare su cogenerazione a reflui animali e eolico. grazie.

Lascia un commento