Il GSE(Gestore dei Servizi Energetici) ha aperto questa mattina alle ore 9 il secondo, e molto probabilmente ultimo, registro per gli impianti fotovoltaici sopra i 12 KW di potenza. Previsto dal decreto del 5 luglio 2012, quello del Quinto Conto Energia, il registro serve a selezionare tramite una graduatoria gli impianti fotovoltaici che possono accedere agli incentivi statali.

>>Leggi le previsioni di scadenza degli incentivi del Quinto Conto Energia

C’è tempo fino al 17 maggio 2013 per presentare la domanda di accesso agli incentivi e lo si può fare esclusivamente tramite il portale informatico del GSE. Il tetto di spesa totale per gli incentivi riservati agli impianti “più grandi”, si fa per dire visto che 12 KW di pannelli trovano tranquillamente posto sul tetto di un piccolo condominio, è pari a 70,46 milioni di euro. Non è però neanche detto che saranno erogati tutti.

Per due motivi. Il primo è che l’esperienza insegna che il metodo dei registri serve solo a scoraggiare le installazioni. Il primo registro, aperto e chiuso nell’estate 2012, si è rivelato un fallimento con circa 50 milioni di euro di incentivi non assegnati perché neanche richiesti. Troppa burocrazia.

>>Leggi le critiche di ATER al sistema di graduatoria per gli impianti del Quinto Conto

Il secondo motivo è che, anche se questo secondo registro dovesse essere più apprezzato dal mercato, resterebbe comunque il tetto di spesa cumulativo di 6,7 miliardi di euro l’anno per tutto il fotovoltaico installato fino ad oggi, di qualunque taglia.

Ad oggi il contatore fotovoltaico del GSE conta già 6.594.937.169 euro erogati: sfioriamo quindi i 6,6 miliardi di euro, appena 100 milioni restano disponibili prima della chiusura del Quinto Conto Energia.

A questo punto è una corsa contro il tempo tra chi cerca di ottenere gli incentivi con un impianto sotto i 12 KW che pesca dai 100 milioni restanti e chi ci prova con un impianto più grande che attinge dai 70 milioni del registro. Chi arriva prima ce la fa, poi è il buio.

19 marzo 2013
Fonte:
GSE
I vostri commenti
DOMENICO, sabato 17 settembre 2016 alle4:49 ha scritto: rispondi »

C'è molta confusione nella gestione degli incentivi a prescindere che sia il primo ,secondo ,terzo ,quarto ,quinto conto energia . Io personalmente ho notato che i rimborsi calano senza fare tanti conti ; però sicuramente il gestore non può fare quello che vuole ,per che noi produttori di energia unendoci in caso che i conti non vengono rispettati in base al contratto che il gse a fatto come impegno . Possiamo sempre costringerlo a rispettare le regole ,e pagare eventuali ritardi . Io comunque comunico anche con il call center per cercare di capire le intezioni che hanno a riguardo . Saluto se ci sono anomalie comunque sono disposto a tutto pur di far rispettare il contratto .

Maurizio Ziomaul, martedì 19 marzo 2013 alle22:28 ha scritto: rispondi »

Perchè non mettono un registro per gli incentivi che prendono quelli del Gas e Petrolio: Ben 9miliadi!!! Ciao  

Lascia un commento