La quinoa è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae, come la pianta degli spinaci e le barbabietole. Si tratta di una pianta originaria delle Ande e, nonostante sia particolarmente interessante dal punto di vista nutrizionale e commerciale, la coltivazione della quinoa è poco adattabile a climi diversi da quello delle terre d’origine.

I semi di questa pianta erbacea sono conosciuti e utilizzati come pseudocereali e l’importanza del loro ruolo nell’alimentazione umana è stata riconosciuta anche dalle Nazioni Unite: nel 2013 hanno celebrato l’Anno internazionale della quinoa. Vediamo quali sono le principali caratteristiche nutrizionali di questo pseudocereale e come esaltarle in due ricette.

Caratteristiche nutrizinali della quinoa

I semi della quinoa cotti sono una fonte soprattutto di carboidrati, tuttavia resta interessante la quota di proteine apportate. Del tutto trascurabile l’apporto di grassi. La quinoa è ricca di fibre alimentari e ciò la rende utile per il mantenimento della corretta funzionalità intestinale. I semi della pianta sono una interessante fonte di sali minerali, come fosforo, magnesio, ferro e calcio. I semi di quinoa non contengono glutine, quindi possono essere consumati anche da chi soffre di celiachia.

Polpette di quinoa alle carote

Le polpette di quinoa preparate con questa ricetta sono una sfiziosa fonte di sali minerali e carotenoidi antiossidanti. Possono essere servite calde, ma anche a temperatura ambiente con un ricco contorno di verdura fresca, per servire un piatto davvero remineralizzante. La ricetta, nonostante l’aspetto, non è un secondo piatto, manca di una adeguata quantità di proteine che potrebbero essere servite con una porzione di formaggio fresco magro o di tofu.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di semi di quinoa cotti;
  • 150 g di carote cotte al vapore;
  • 1 uovo;
  • 2 cucchiai di pan grattato al naturale;
  • 2 cucchiai di farina integrale di riso;
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva.
  • Schiacciate con l’aiuto di uno schiacciapatate le carote cotte al vapore quindi mescolatene la polpa ai semi di quinoa lessati e ben scolati. Mescolate e unite l’uovo e la farina integrale di riso. Formate le polpette delle dimensioni desiderate, quindi impanatele e disponetele su una teglia antiaderente da forno. Condite con l’olio extravergine di oliva e cuocete in forno caldo a 180° C per 15 minuti circa.

    Insalata di quinoa con la feta

    La ricetta di questa insalata è adatta a essere servita come piatto unico. La quinoa è una buona fonte di carboidrati e la feta, il tipico formaggio greco, apporta la necessaria quantità di proteine. L’insalata di quinoa è adatta a essere gustata anche durante una veloce pausa pranzo in ufficio. Si tratta di un piatto completo, facile da digerire e ricco di vitamine e sali minerali. La feta è un formaggio piuttosto sapido, pertanto si può consumare questa insalata senza aggiungere il sale. Chi ama i gusti intensi e decisi può eventualmente condire l’insalata di quinoa con del timo fresco o un po’ di origano.

    Ingredienti per 2 persone:

    • 200 g di quinoa lessata;
    • 400 g di pomodorini maturi;
    • 100 g di insalata verde;
    • 100 g di zucchine;
    • 100 g di cetriolo;
    • 50 g di ravanelli;
    • 100 g di carote;
    • 100 g di feta;
    • un cucchiaio di olio extravergine di oliva;
    • aceto a piacere.

    Lavate e tagliate le verdure fresche. Unite in una ciotola la quinoa lessate e condite con l’olio e l’aceto. Mescolate e servite con la feta tagliata a dadini.

    26 febbraio 2016
    Immagini:
Lascia un commento