Cominciano a delinearsi le forme dellaccordo Stato-Regioni sul Quarto Conto Energia. Pur nel bel mezzo di un dibattito che deve essere piuttosto acceso, il ministro Stefania Prestigiacomo ha confermato alla stampa io progressi fatti e le poche situazioni in stallo:

Con le Regioni c’è un accordo su quasi tutto, anche se su alcuni punti è in corso un approfondimento tecnico.

Le Regioni avrebbero, quindi, ormai accettato il grosso dell’impianto del decreto; il punto rimasto in ballo, su cui più si sta trattando resta quello delle cifre dei finanziamenti per il 2011 (a partire da giugno). In sintesi, la richiesta degli enti locali è quella di rimanere con le cifre del Terzo Conto fino a Dicembre. Ma, su ciò il governo non intende cedere, come ha ricordato lo stesso ministro:

Le Regioni chiedono che il regime del Terzo Conto Energia sia prorogato fino alla fine dell’anno. Noi su questo punto siamo contrari e possiamo mediare fino alla fine del mese di agosto.

La proroga di due mesi sarebbe, però, a tutti gli effetti solo una piccola vittoria, insufficiente a garantire molti degli investimenti già fatti dalle aziende.

Infine, il più grande spauracchio della Prestigiacomo sembra essere il tempo:

Da qui si deve uscire con un accordo con le Regioni perché il decreto deve essere sfornato entro questa settimana.

28 aprile 2011
Lascia un commento