In vista del 28 aprile 2011, giorno in cui si terrà la tanto attesa Conferenza Stato-Regioni, ecco un’altra lettera aperta rivolta a tutti coloro che saranno chiamati a mettere l’ultima parola alla Bozza del Quarto Conto Energia. La missiva è stata resa nota ieri e la firma è quella di Walter Righini, presidente della Federazione Italiana Produttori Energie Rinnovabili, la FIPER.

Nella lettera, Righini sottolinea la necessità di esaminare attentamente i sistemi di incentivi alle fonti rinnovabili in modo che possano essere inquadrati correttamente nello scenario esistente in Italia e riconoscendo, in particolare, l’importanza dovuta anche alla produzione di energia termica.

Nella nota si legge:

Si ricorda che per il raggiungimento degli obiettivi del PAN presentato lo scorso luglio all’esame della UE, l’incidenza del settore delle biomasse (solide, gassose, liquide) rappresenta rispettivamente: energia elettrica 20%, energia termica 58%, trasporti 84%”.

Secondo FIPER, tralasciando il fatto che tali valori sarebbero fortemente sottostimati, questa filiera è perfettamente avviata in Italia e, al contrario di altre tecnologie, non richiede l’importazione dall’estero della relativa componentistica.

La nota, quindi, si conclude affermando che:

Il Decreto prevede espressamente l’applicazione dei criteri di efficacia e di efficienza attraverso il riordino e il potenziamento dei vigenti sistemi di incentivazione e stabilendo un quadro generale di produzione di energia da fonti rinnovabili e di efficienza energetica in misura adeguata al raggiungimento degli obiettivi. L’Associazione ritiene che qualunque incentivo vada determinato nel quadro generale di reali e concrete opportunità, valutando e tenendo conto dei costi e benefici connessi e garantendo quindi uno sviluppo equilibrato di tutte le fonti rinnovabili disponibili sul territorio nazionale.

27 aprile 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento