Dovrebbe essere quasi pronto il decreto interministeriale sugli incentivi al fotovoltaico. Lo ha confermato il sottosegretario allo Sviluppo, Stefano Saglia, a margine di una seduta alla Camera non escludendo che potrebbe addirittura essere presentato al Consiglio dei ministri della prossima settimana.

Come ricorderete, in un articolo precedente vi avevamo spiegato tutti i possibili scenari che si potranno delineare dopo l’approvazione del Quarto Conto energia e, in particolare, quanto le aziende italiane che hanno investito sulle energie rinnovabili, in particolare sul fotovoltaico, tuttora rischiano.

Secondo il sottosegretario, il provvedimento non è stato pensato solo per disciplinare il “cosiddetto” periodo transitorio (30 giugno al 31 dicembre 2011), che ha destato molta incertezza negli addetti ai lavori, ma, soprattutto, per organizzare il nuovo sistema che entrerà in vigore dal primo gennaio 2012.

Il nuovo sistema di incentivazione prenderà spunto dal modello tedesco. Dovrebbe quindi prevedere una progressiva riduzione degli incentivi in relazione alla potenza installata, tenendo conto del decremento dei costi di sistema e di gestione conseguente all’aumento del numero delle installazioni.

Inoltre, a differenza dell’attuale sistema di incentivi italiano, il sovvenzionamento dovrebbe riguardare principalmente l’immissione in rete dell’energia prodotta o in esubero anziché la semplice produzione di corrente da fonte fotovoltaica.

Il sottosegretario Stefano Saglia ha infine spiegato che trattandosi di un decreto interministeriale, il provvedimento richiede la firma congiunta dei ministeri dell’Agricoltura, dell’Ambiente, dello Sviluppo economico e dell’Economia.

7 aprile 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Stefano Triolo, giovedì 7 aprile 2011 alle8:57 ha scritto: rispondi »

addirittura era ironico...

Neomaury, giovedì 7 aprile 2011 alle8:35 ha scritto: rispondi »

Bene...uscira "addirittura la prossiam settimana"! Per fortuna che era pronto per la scorsa!!!

Lascia un commento