Quarto Conto Energia: il GSE apre le iscrizioni

Tra dubbi e incertezze, il Quarto Conto Energia è diventato realtà. Il GSE ha infatti messo online i moduli per l’iscrizione degli impianti fotovoltaici e il recepimento dei nuovi finanziamenti.

Dopo tante polemiche, si passa dunque alla prova dei fatti e anche per il Quarto Conto (come era stato per il Terzo) la procedura di registrazione potrà essere eseguita solamente per via telematica. E se questo da un lato provocherà uno snellimento nella fase della gestione e della registrazione, potrebbe anche scoraggiare l’utente improvvisato. Si consiglia dunque una lettura attenta della guida online.

Ricordiamo, anche, che perché un impianto venga accettato e vengano elargiti i finanziamenti, tutto dovrà essere in regola: a partire dalla data di fine costruzione a quella di entrata in esercizio, del tipo di tecnologia e della modalità d’impianto, ecc. Proprio per evitare errori e ambiguità il GSE ha specificato:

Si ricorda che possono usufruire degli incentivi gli impianti che entrano in esercizio a decorrere dal primo giugno 2011, che non accedono ai benefici previsti dalla L.129/2010, a seguito di interventi di nuova costruzione, rifacimento totale o potenziamento, appartenenti alle seguenti categorie specifiche:

  • impianti “su edifici” o “altri impianti” (Titolo II del DM 5/5/2011). In particolare: “piccoli” impianti e “grandi” impianti che entrano in esercizio entro il 31 agosto 2011 o che risultano iscritti al registro in posizione tale da rientrare nei limiti di costo previsti dal DM 5/5/2011;
  • impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative (Titolo III);
  • impianti fotovoltaici a concentrazione (Titolo IV).

Per richiedere gli incentivi i Soggetti Responsabili degli impianti o i Referenti Tecnici delegati sono tenuti a utilizzare il portale applicativo raggiungibile attraverso il link https://applicazioni.gse.it

Si consiglia, a ogni modo, un’attenta lettura di tutti i dettagli pubblicati dal GSE. “Perdersi” non è poi così difficile.

7 giugno 2011
Lascia un commento