Il veterinario è la persona di riferimento in caso di problemi del vostro amico cane o gatto. Colui che può dissolvere dubbi risolvendo situazioni difficili, anche drammatiche. Per questo deve risultare un soggetto di fiducia, comprensivo ma principalmente competente. Esistono 5 elementi che potrebbero mettere in guarda il cliente sulle reali qualità del medico.

>>Scopri i consigli per i gatti spaventati dal veterinario

Il primo campanello che potrebbe segnalare un allarme è la mancanza di collaborazione da parte del veterinario. In particolare nei confronti dei suoi colleghi e nei confronti della richiesta di un secondo consulto da parte del cliente. Un medico che non si avvale dell’aiuto di specialisti dovrebbe preoccupare, in particolare se la patologia del cane o del gatto appare complessa e magari grave.

Un atteggiamento paternalistico da parte del veterinario è del tutto errato, perché ostacola la comunicazione. Il cliente necessita di un’interazione, di uno scambio che possa risolvere le problematiche riguardanti la salute dell’animale di affezione. Inoltre dovrà essere aggiornato su tecniche e medicine da utilizzare, per non favorire reazioni allergiche e problemi di salute del cane e del gatto.

Nel caso di errori, diagnosi sbagliate o interventi con un esito confuso, il medico dovrà impiegare del tempo utile per confrontarsi con il cliente. Sminuire il problema sarà il segno inequivocabile che dovrà spingervi verso un altro veterinario. Infine è importante che l’ambulatorio sia un luogo positivo, sereno, adeguato alle necessità e all’animo del vostro amico. Se lo spazio crea tensione all’animale, e non risulta amichevole per il cliente, è bene cambiarlo.

Per lasciare il suo studio e passare a un altro è bene farlo nel modo più sereno possibile, richiedendo la copia della documentazione, dei test, delle operazioni e degli esami più approfonditi. Magari rivolgendo la richiesta alla segretaria, che potrà fornirvi il tutto senza problemi. È importante risultare onesti e spiegare, se richieste, le motivazioni del cambio. La salute del vostro amico è in cima alla lista delle priorità.

9 luglio 2013
Fonte:
Lascia un commento