Qualità della vita 2017: città dove si vive meglio, Bolzano in testa

Bolzano al primo posto tra le città con la migliore qualità della vita. A stilare la classifica è ItaliaOggi, che ha indicato al secondo posto Trento seguita da Belluno e Vicenza. Il Nord la fa quindi da padrona, mentre al fondo di questa classifica troviamo Trapani.

=> Confronta la classifica con le migliori città 2016

Per realizzare questa indagine il Dipartimento di statistiche economiche dell’Università La Sapienza di Roma ha collaborato con la Cattolica Assicurazioni e sono stati presi nove indicatori per capire la qualità della vita in città: affari e lavoro; ambiente; criminalità; disagio sociale e personale; popolazione; servizi finanziari e scolastici; sistema salute; tempo libero; tenore di vita. Così facendo, oltre a Bolzano che è in testa, si vede anche la città di Roma fare un passo avanti recuperando ben 21 posti, ma si tratta di un risultato definito:

Contingente e condizionato ai legami con la congiuntura internazionale e quindi è rischioso dedurne uno stabile miglioramento della qualità della vita

=> Scopri gli incentivi per auto elettriche e ibride nella Provincia di Bolzano

Dando un’occhiata complessiva quindi alla classifica si vede come le città del Nord-Est siano quelle considerate con la miglior qualità della vita possibile in Italia: Bolzano, Trento, Belluno, Vicenza, Treviso, Pordenone e Udine. La prima Provincia del Sud è quella di Potenza, Milano la troviamo fissa al 570° posto mentre, tra le città metropolitane, quelle più “vivibili” sono Firenze, Bologna, Torino e Palermo.

Nel complesso solo Calabria e Sicilia sono Regioni considerate completamente insoddisfacenti, mentre la Sardegna è in netto contrasto al suo interno e la qualità della vita varia da Provincia a Provincia: se Cagliari ad esempio ha una qualità della vita insoddisfacente, a Nuoro invece si sta molto bene. In tutta la classifica si nota comunque come le Province minori siano dotate di una qualità di vita migliore rispetto alle altre.

27 novembre 2017
Lascia un commento