È Mantova la Provincia italiana ideale per qualità della vita. A stabilirlo un’indagine condotta da Italia Oggi in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma, che ha analizzato le aree provinciali della Penisola valutandole in base a 9 aree di interesse tra le quali Ambiente, Popolazione e Sistema Salute. Perde il primato, dopo 5 anni di “dominio” incontrastato, la Provincia di Trento.

=> Qualità della vita 2015, scopri le differenze con i dati 2016

Secondo lo studio Qualità della Vita 2016 condotto da Italia Oggi-Università La Sapienza di Roma diversi sono i cambiamenti in vetta alla classifica, che vede Bolzano scendere dal secondo all’ottavo posto. Altra novità anche per quanto riguarda la terza posizione, conquistata da Belluno (ottava nel 2015), seguita al quarto posto da Pordenone (n.3 nel 2015) e Siena (che passa dall’11esimo posto 2015 all’attuale quinto).

Male le grandi città come Milano (56), Torino (70), Roma (88) e Napoli (108), con il centro partenopeo posizionato tra le tre Province peggiori dello Stivale. Se l’area milanese perde 7 posizioni rispetto al 2015, molto peggio va a quella romana, che ne ha perse 19. Sale invece di 6 posti quella torinese (76 nella classifica 2015).

=> Leggi le novità per la mobilità sostenibile

Classifica che vede le singole Province suddivise, oltre che per posizione, anche per “livello”: fascia 1 (buona); fascia 2 (accettabile); fascia 3 (scarsa); fascia 4 (insufficiente). Sono 24 gli enti locali provinciali nella prima divisione, mentre sono rispettivamente 33, 35 e 18 quelli inseriti negli altri raggruppamenti.

Anche in questo caso i grandi centri non brillano, con la sola Milano definita accettabile. Torino raggiunge livelli scarsi, mentre Roma e Napoli vengono relegate in fascia 4 (insufficiente). Immutato il vertice della classifica per quanto riguarda nello specifico la categoria Ambiente, dove si conferma al primo posto Trento. La Provincia trentina è seguita da Mantova e Belluno per quanto riguarda il podio, mentre completano la “top ten” Bolzano, Pordenone, Nuoro, Ogliastra, Barletta-Andria-Trani, Ascoli Piceno e Modena.

L’ultima posizione (110) è stata assegnata a Imperia, di poco preceduta da Massa-Carrara (109) e Frosinone (108), tutte inserite in quarta fascia (insufficiente).

È Torino la peggiore tra le quattro grandi Province sopracitate nella catagoria Ambiente, posizionandosi al 96esimo posto in fascia quattro (insufficiente). Meglio Napoli (92esimo posto, fascia 3), Roma (84esimo posto, fascia 3) e Milano (56esimo posto, fascia 2).

28 novembre 2016
Fonte:
Lascia un commento