L’Autorità per l’Energia ha approvato cinque progetti-pilota finalizzati alla creazione delle infrastrutture necessarie per la ricarica di auto elettriche, che potranno così essere realizzate anche grazie ai contributi previsti dalla legge per incentivare la loro diffusione fino a tutto il 2015.

I progetti che avranno accesso alle agevolazioni sono incentrati su tre diverse soluzioni operative: si distinguono infatti il modello distributore, il modello service provider in esclusiva e il modello service provider in concorrenza. Per il primo modello a essere selezionato è stato il progetto presentato da Enel Distribuzione-Hera, per il secondo la scelta è invece caduta su quelli di A2A e del Comune di Parma, mentre per il terzo sono stati scelti i progetti di Enel Energia e di Class Onlus.

Ad essere interessate dalla sperimentazione saranno molte regioni dal Nord al Sud dell’Italia. ad esempio, per il progetto di Enel Distribuzione-Hera sono previste 310 colonnine di ricarica che saranno operative entro il 2013 nelle città di Pisa, Bari, Genova, Perugia, in diversi centri dell’Emilia Romagna e dell’hinterland di Milano, mentre per i progetti di A2A e del Comune di Parma si parla rispettivamente di 52 colonnine dotate di due prese a Milano e 23 a Brescia e di 200 punti di ricarica sempre a due prese da installare nel capoluogo parmense.

Coinvolgono infine dei grossi centri del Nord e del Sud i due progetti di Enel Energia e di Class Onlus, i quali si distinguono per la possibilità di sperimentare la tecnologia di ricarica rapida tramite corrente continua ad alta potenza. Nel primo caso è programmata l’installazione di 26 punti di ricarica a Roma e intorno a Milano che saranno operativi entro il secondo semestre del 2013, mentre nel secondo caso saranno realizzate 150 colonnine entro il 2014, di cui 41 in provincia di Monza e in Brianza e 107 nei pressi dei supermercati di Roma, Milano, Napoli, Bari, Catania, Genova, Bologna e Varese.

Con questo primo passo l’Autorità per l’Energia intende stimolare la diffusione dei punti di ricarica per veicoli elettrici, che secondo diverse stime degli analisti vedranno una costante crescita sul mercato nei prossimi anni, ovviamente a patto di offrire ai clienti le apposite infrastrutture necessarie al loro utilizzo quotidiano.

21 luglio 2011
Lascia un commento