I cambi di stagione comportano sempre una certa attenzione alla casa: non solo si sostituiscono i tessili e gli indumenti nell’armadio, ma con la progressiva accensione dei sistemi di riscaldamento, anche il clima dei locali subisce una variazione. Di conseguenza, non è possibile esimersi dalle tanto agognate pulizie d’autunno. Come facilitarle, tuttavia, anche facendo ricorso ai rimedi naturali o ai consigli della nonna?

Similmente alle pulizie di primavera, anche quelle d’autunno richiedono una certa attenzione. Fortunatamente, molti dei luoghi della casa potranno essere gestiti con rimedi del tutto economici, e spesso anche amici dell’ambiente, molti dei quali provenienti dalla credenza. Di seguito, qualche indicazione utile suddivisa per stanza. Naturalmente, dopo queste operazioni sarà necessario raccogliere la polvere accumulata sui pavimenti, nonché lavarne la superficie, seguendo i metodi preferiti. Per ogni informazione nel dettaglio, invece, si consiglia la lettura di ogni articolo dedicato e specifico sulle varie componenti della casa, riportati nel testo.

Cucina

La cucina è uno degli ambienti più frequentati della casa e, soprattutto nelle stagioni fredde, diventa il fulcro delle attività in famiglia. Per la pulizia, si parte di certo da freezer e frigorifero, verificando innanzitutto gli alimenti contenuti e gettando, se fosse necessario, quelli purtroppo dimenticati dalle stagioni precedenti. Un buon alleato per la pulizia di questo elettrodomestico è certamente il succo di limone, ma anche l’aceto per ripiani e griglie in acciaio, mentre per la rimozione del cattivo odore si può fare affidamento al bicarbonato.

Con il cambio delle abitudini alimentari tipiche dell’autunno, utile sarà anche riordinare gli armadietti, togliendo ogni scatola riposta, quindi eliminando polvere e altri detriti. Per rallentare la formazione della polvere, ma anche mantenere lontani gli insetti, un buon rimedio potrebbe essere il Tea Tree Oil: basta versarne qualche goccia su un panno in microfibra.

Forni e fornelli, invece, richiedono la manutenzione ciclica del cambio stagione, anche con l’aiuto di professionisti idonei, se necessario. L’aceto è di certo un ottimo ritrovato per riportare griglie ed erogatori al vecchio splendore, anche con un breve ammollo in acqua calda. Per l’interno del forno, invece, oltre all’aceto anche del succo di limone, ma anche acqua e sale su un panno in microfibra per togliere i detriti più incrostati. Per le stoviglie, invece, oltre alle attività quotidiane sarà bene controllare anche gli scarichi. Qualora si possegga una lavastoviglie, sarà consigliato anche un ciclo di lavaggio secondo le indicazioni del produttore, oppure con dell’aceto se previsto dal manuale delle istruzioni. Naturalmente, in caso di incertezze, meglio non procedere per non danneggiare l’apparecchio.

Bagno

Anche il bagno necessiterà, con l’arrivo dell’autunno, di una pulizia consistente. Innanzitutto, una buona idea è quella di ispezionare tutti gli armadietti, alla ricerca di flaconi ormai vuoti, prodotti di bellezza dimenticati e quant’altro: il primo obiettivo, infatti, è quello di recuperare lo spazio perduto.

Per gli specchi, una proposta veloce proviene da acqua e aceto: un rimedio delle nonne che, in pochissimo tempo, riporterà lo strumento al massimo dello splendore, senza nessun alone. Anche per il lavabo utilissimo è l’aceto, da alternare anche con il bicarbonato, ottimo nell’assorbire i cattivi odori. Quest’ultimo ritrovato può essere anche utilizzato per i sanitari, creandone una sorta di crema densa con l’acqua calda, così che possa scendere agilmente sotto la superficie dell’acqua ed eliminare i detriti che risultano immersi. Per le mattonelle della doccia, così come per i ripari verticali, si torna sempre all’aceto, dato l’effetto sia lucidante che igienizzante. Questo prodotto potrà essere utile anche per ridurre il calcare, mentre per le fastidiose muffe si sceglie nuovamente il bicarbonato, ma anche qualche goccia di Tea Tree Oil. Qualora l’ambiente fosse fin troppo umido, infine, una bacinella di sale grosso forellata sul fondo, e inserita in un piccolo secchio, sarà di sicuro aiuto.

Salotto e camere

Per salotto e camere, infine, con l’arrivo dell’autunno ci si concentra particolarmente sulla polvere. Oltre alle normali procedure di pulizia, anche con l’aspirapolvere, se si avesse tempo sarà utile spostare i mobili più ingombranti, per spazzare a dovere in zone normalmente non facili da raggiungere. Tra i punti critici l’area sotto al divano, ma anche base di credenze e librerie. Dopodiché, si passa alla normale pulizia, anche da eseguire con Tea Tree Oil o la propria essenza preferita, dopo aver verificato la resistenza dei materiali su una parte nascosta.

Grande attenzione richiedono i tessili, spesso sostituiti in fibre più calde con la riduzione delle temperature. Per le tende, oltre al normale ciclo di lavaggio, si può pensare a una blanda distribuzione a spruzzo di essenze di agrumi, utili anche per mantenere gli insetti lontani dalle finestre, nonché per limitare l’odore di fumo. Su questo ultimo fronte, utile sarà inserire un letto di bicarbonato sul fondo dei posacenere, dato l’elevato potere assorbente. In alternativa, delle bucce di mandarino o di arancia, da cambiare con una certa frequenza. Per le macchie più vistose sui tappeti, dopo la battitura o l’utilizzo della polvere, utile potrebbe essere una blanda crema di bicarbonato, da utilizzare esclusivamente dopo aver verificato la resistenza di fibre e tinta.

Infine, al cambio degli armadi utile sarà rimuovere la polvere su ogni mensola, quindi pulire con un panno lievemente imbevuto di acqua tiepida e Tea Tree Oil, da completare con l’essenza di lavanda, ma anche i sacchettini floreali per mantenere lontane le tarme.

3 ottobre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento