Proxima b (nome completo Proxima Centauri b) è un pianeta extrasolare situato nell’orbita della nana rossa Proxima Centauri, all’interno del sistema Alfa Centauri. La sua scoperta è stata annunciata nell’agosto dello scorso anno e risulta particolarmente interessante poiché sembra possedere tutte le condizioni favorevoli alla presenza di acqua in forma liquida in alcune regioni della sua superficie.

=> Leggi le prime notizie su Proxima b

Situato a 4,2 anni luce di distanza dalla Terra (40 trilioni di Km), l’esopianeta è già stato ribattezzato “Earth 2.0″, proprio per le sue caratteristiche che presentano più di una similitudine con il nostro mondo. Una teoria ora avvalorata dai ricercatori della University of Exeter, che sfruttando un modello predittivo del Met Office britannico hanno cercato di capire quali siano le sue condizioni climatiche.

=> Guarda foto e video NASA della Terra di notte

Ne è emerso che la posizione è quella ideale per ricevere il giusto quantitativo di luce dalla sua stella e mantenere l’acqua in forma liquida, requisito essenziale per lo sviluppo della vita. Proxima b potrebbe dunque essere abitabile o addirittura già abitato da una o più forme aliene.

Le differenze con la Terra comunque non mancano: una su tutte la luce ricevuta dalla stella, che è composta perlopiù da frequenze nello spettro dell’infrarosso. Inoltre, l’esopianeta ha un’orbita simile a quella di Mercurio, con tre rotazioni sul proprio asse compiute ogni tre passaggi intorno al Proxima Centauri (in gergo astronomico risonanza 3:2), il che sembra avere effetti diretti e significativi sull’ecosistema e sull’atmosfera, carica di azoto e con piccole tracce di anidride carbonica. Queste le parole del Dott. Nathan Mayne, autore e responsabile dello studio:

Con questo progetto portato avanti dalla University of Exeter non solo cerchiamo di indagare la sconcertante possibilità che un esopianeta ospiti più forme di vita, ma anche puntiamo a migliorare la nostra comprensione di come il clima si è sviluppato e continua ad evolvere.

16 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento