Proteine in polvere: tipologie, effetti, consigli

L’aumento della massa muscolare dipende strettamente dall’assorbimento delle proteine, che oltre a essere introdotte attraverso l’alimentazione possono provenire dagli integratori in polvere. Sono prodotti utilizzati spesso da coloro che praticano bodybuilding e che hanno la necessità di migliorare le performance sportive, soprattutto per colmare eventuali carenze proteiche e limitare il consumo di cibi che rappresentano una fonte primaria di questi preziosi elementi, come la carne.

=> Scopri la ricetta per i frullati proteici


Le proteine in polvere, inoltre, sono semplici da assumere e sono più veloci da assorbire rispetto alle sostanze introdotte con l’alimentazione. Esistono diverse tipologie di proteine in polvere, spesso associate a un differente valore biologico (indicato con la sigla VB): questo rappresenta un parametro di valutazione che indica la qualità del contenuto proteico di un alimento o di un integratore, un valore utile per capire la loro reale efficacia.

Tipologie

Donna muscoli

Come accennato, le proteine in polvere non sono tutte uguali e solitamente vengono classificate in base all’alimento da cui derivano, oltre che al relativo valore biologico. In cima alla classifica qualitativa si collocano le proteine che vantano un VB pari a cento:

  • proteine dell’uovo: derivano dall’albume e vengono considerate efficaci soprattutto dopo l’allenamento, da assumere anche integrate al frullato consumato al termine dell’attività fisica volta al potenziamento muscolare;
  • proteine del siero di latte: facili da assimilare, possono essere assunte sia alla fine dell’allenamento sia al mattino a digiuno. La variante idrolizzata è consigliata per i culturisti e gli atleti professionisti;
  • proteine del siero con caseina: hanno un valore biologico inferiore a 80, vengono assorbite più lentamente e la loro assunzione è consigliata sia la sera sia la mattina a colazione;
  • proteine della soia: adatte agli sportivi che hanno come obiettivo la definizione muscolare, influiscono sulla produzione dell’ormone tiroxina e sul metabolismo in generale.

Effetti e consigli

Frullati

La definizione e il potenziamento della massa muscolare è la principale conseguenza dell’assunzione di proteine anche sotto forma di integratori in polvere. A questo effetto si aggiungono, tuttavia, altri cambiamenti che riguardano il mantenimento di livelli ottimali di colesterolo e i possibili effetti antinfiammatori, oltre che antiossidanti. È anche importante sottolineare come l’aumento della massa muscolare porti a un incremento di peso, tuttavia questo deve essere inteso come potenziamento della massa magra e non di quella grassa. Sottoporsi a un esame bioimpedenziometrico, ad esempio, può dirimere ogni dubbio a riguardo.

=> Scopri le proteine vegetali e nobili


Le proteine in polvere possono essere assunte integrate al frullato, al centrifugato vegetale, allo yogurt o alla semplice acqua, tenendo conto dei gusti personali e delle abitudini alimentari quotidiane. Se assunte dopo l’attività fisica, inoltre, le proteine sono in grado di agevolare la ricostruzione delle fibre muscolari. Il consumo di questi integratori è sconsigliato da parte di chi soffre di disturbi ai reni, tanto che si consiglia di bere sempre molta acqua e liquidi per prevenire eventuali alterazioni alla funzionalità renale.

È possibile, inoltre, manifestare reazioni allergiche in presenza di sensibilità individuale a uno dei componenti degli integratori proteici. Sono ma possibili alcuni effetti collaterali derivanti da un abuso di questi prodotti, relativi soprattutto alla comparsa di gonfiore e disturbi all’apparato gastrointestinale.

3 dicembre 2018
Lascia un commento