Prosciutto di Parma e San Daniele: sospesi i certificatori Dop

Sospensione di sei mesi per i certificatori di qualità di numerosi prosciutti, salami e formaggi Dop, tra cui il Prosciutto di Parma e il Prosciutto San Daniele. Lo ha deciso il ministero delle Politiche agricole dopo un anno indagini coordinate dalla Procura di Torino, che ha scoperto una maxi-frode sui maiali utilizzati per produrre questi insaccati.

In particolare alcuni allevatori del Nord Italia avrebbero utilizzato maiali Duroc danesi per inseminare interi allevamenti, più redditizi perché il loro seme genera animali più prestanti, che crescono rapidamente e con meno mangime. I disciplinari richiedono però per il Prosciutto di Parma, San Daniele e per il crudo di Cuneo solo l’impiego di cosce di Duroc italiano, che ha una maggiore quantità di grasso.

=> Leggi di più sulla denuncia LAV per il maltrattamento dei maiali da prosciutto

Si apprende che sono dunque scattate le denunce per associazione a delinquere finalizzata alla frode in commercio, falso, contraffazione dei marchi e truffa ai danni dell’Unione Europea. Oltre agli allevatori, nel mirino sono finiti anche i due enti certificatori, destinatari dei provvedimenti del ministero delle Politiche agricole: l’Istituto Parma Qualità e l’Ifcq Certificazioni, i quali per i prossimi sei mesi di commissariamento opereranno sotto la vigilanza dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) e dovranno attuare diverse misure correttive.

Il Consorzio si dichiara parte lesa, come si legge in una nota:

I produttori di Prosciutto di Parma si dichiarano parte lesa e auspicano che si faccia presto chiarezza punendo severamente i colpevoli. Tale vicenda non riguarda in alcun modo aspetti di sicurezza alimentare. Il Consorzio precisa inoltre che nessuna coscia dei maiali provenienti dagli allevamenti coinvolti è diventata né diventerà Prosciutto di Parma ed eventuali cosce in stagionatura sono state facilmente identificate e, se del caso, distolte dal circuito.

19 aprile 2018
Immagini:
Lascia un commento