Prosciutti e maiali posti sotto sequestro dai NAS di Cremona. L’intervento delle forze dell’ordine si è reso necessario in quanto l’allevamento incriminato avrebbe nutrito gli animali con scarti e rifiuti alimentari. Sigilli per 2.300 prosciutti D.O.P. tipo San Daniele, Parma, Modena e per 750 suini, ma si stima che negli ultimi due anni i prodotti così realizzati siano circa 3.500.

L’operazione denominata “Trash Food” ha visto il Nucleo AntiSofisticazioni di Cremona effettuare controlli in oltre 40 stabilimenti, all’interno dei quali sono avvenuti i sequestri. Denunciato per frode in commercio e vendita di prodotti non genuini il titolare dell’allevamento da cui provenivano i maiali, nutriti con rifiuti dell’industria alimentare destinati in realtà allo smaltimento in impianti a biogas. Denuncia per traffico illecito di rifiuti, in concorso con l’allevatore, per il proprietario di due ditte alimentari responsabile della vendita dei propri scarti di produzione.

Elevato il valore della merce posta sotto sequestro, pari a circa 300 mila euro. L’indagine è partita in primavera, quando le forze dell’ordine si sono accorte della presenza di importanti stoccaggi di rifiuti alimentari all’interno dell’allevamento, ed è coordinata dalla Procura di Mantova. Posti sotto sequestro prosciutti prodotti da suini portati al macello negli ultimi 15 mesi, prodotti che verranno ora controllati e di cui dovrà essere stabilità la possibilità o meno di essere destinati al consumo. Certa comunque, anche in caso di via libera alla vendita, la perdita del marchio di qualità.

19 luglio 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Mariavitacca, lunedì 23 luglio 2012 alle21:51 ha scritto: rispondi »

Il nazismo della bulimia consumistica!

Rosaria Bertino, giovedì 19 luglio 2012 alle14:49 ha scritto: rispondi »

penso solamente che sono tutti cibi che mangiano i nostri bimbi.....che dire....è tutto cisi' delirante!!!!!!!!

Lascia un commento